Per debito di droga “Paga o mangeremo il cuore di tuo cugino”. Quattro stranieri arrestati

Cronaca

Milano 14 Agosto – «Se non ci dai 10mila euro mangeremo il cuore di tuo cugino»: è questa la minaccia che uno straniere di 30 anni, originario del Marocco, ha ricevuto al telefono da uno sconosciuto che aveva rapito a Milano il suo parente perché aveva un debito di eroina non saldato. La vicenda iniziata il 12 maggio scorso si è conclusa con l’arresto di 4 marocchini per sequestro di persona ai fini di estorsione e il sequestro di 13 chili di eroina. Il 12 maggio il marocchino si è presentato ai carabinieri di San Giovanni in Persiceto (Bologna) raccontando della telefonata. L’analisi dei tabulati ha permesso di individuare tre schede telefoniche (una della vittima e due dei sequestratori) in via Strozzi e una in via Montegani, a Milano. Il primo indirizzo è quello di una struttura abbandonata frequentata da marocchini e nota per lo spaccio di droga;il secondo è il posto in cui i carabinieri hanno trovato l’uomo ritenuto l’organizzatore del piano. Il 13 maggio quest’ultimo – Kamal Moujob, di 31 anni – è stato arrestato in strada. Poco dopo i militari hanno fatto irruzione in via Strozzi, dove hanno trovano gli altri due complici, Alhal Abdelrrazak, di 32 anni, e Moustafa Benzra, di 34. Dietro una porta sbarrata hanno trovato il marocchino rapito. Le indagini sono continuate in direzione di un quarto membro soprannominato «lo zio» presente in molte conversazioni. Dopo una serie di indagini complesse, il 26 giugno i carabinieri sono riusciti a individuarlo in un appartamento in via Pavese, a Rozzano (Milano), dove custodiva 13 chili di eroina. Jamal Bourkaioui, di 34 anni, è stato dunque arrestato mercoledì per droga e gli è stata notificata in carcere l’ordinanza per il sequestro di persona. Tutti gli arrestati hanno precedenti e sono irregolari. Il marocchino rapito ha raccontato di essere stato prelevato alla fermata di un bus in zona Corvetto e di conoscere i suoi rapitori perché in passato aveva acquistato una partita di eroina per 10mila euro che non era più riuscito a pagare. (Corriere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.