Operazione “Arma Letale”: sequestrate più di 200 armi da guerra. Arrestate 8 persone

Lombardia

Milano 24 Giugno – I Carabinieri della Compagnia di Legnano, in collaborazione con quelli di Bergamo, Chiari (BS) e San Giovanni in Persiceto (BO), hanno concluso una complessa operazione che ha portato all’arresto di 8 persone, per il reato di detenzione illegale d’armi da guerra e di munizioni, e consentito di operare uno dei maggiori sequestri degli ultimi anni[1].

Le indagini, coordinate dalle Procure di Busto Arsizio, Bergamo e Brescia, sono state avviate a seguito dell’arresto di due insospettabili fratelli di Castano Primo (VA)[2] ed hanno consentito di accertare le responsabilità di un gruppo di collezionisti che detenevano illegalmente armi da taglio e da fuoco, in dotazione a forze armate e di polizia straniere.

Le armi in sequestro, alcune di notevole interesse storico e rilevante valore economico[3], sono tuttora al vaglio degli investigatori, per verificare se risultino legate ad episodi criminali passati, non ancora chiariti.

[1] Tra le armi sottoposte a sequestro: 6 mitragliatrici (Browning, MG, M60, Breda, Sokolov), 24 pistole mitragliatrici (UZI, Beretta M12, H&K MP5, Steyer, Sten), 74 fucili semiautomatici ed automatici (Kalashnikov AK47, Colt M16, FAL, Thompson), 76 pistole e revolver (Beretta, Colt, S&W, Tokarev), 126 baionette e pugnali, 23 sciabole; nonché oltre 100.000 munizioni di vario calibro.

[2] Nascondevano due “AK-47”, una mitraglietta “Skorpion” ed un mitragliatore “MAB”.

[3] Superiore ai due milioni di euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.