Serendipity la mappa mondiale per conoscere le affinità musicali

Cultura e spettacolo Società

Milano 1 Settembre – Spotify, il servizio musicale di streaming che ha rivoluzionato il modo di fruire la musica, ha lanciato una nuova applicazione che amplierà ulteriormente le sue funzionalità social e la sua idea di sfruttare il meccanismo della condivisione per aumentare gli ascolti sul sito rendendo noto agli utenti quale tipo di musica stanno ascoltando i propri amici.

Serendipity, parola che indica la felicità acquisita grazie ad una scoperta improvvisa e inaspettata, è il nome della nuova app che permette alle persone di conoscere la propria anima gemella musicale attraverso una mappa on line che mostra quando due utenti nel mondo stanno ascoltando lo stesso brano su Spotify. La mappa si ingrandisce rapidamente mostrando dove sono i due utenti e indicando la canzone in esame. Il brano risuona per qualche secondo, poi si ferma e parte il successivo accoppiamento. La mappa di Serendipity non è live, ma è una rielaborazione di quanto accade nel corso di un’ora sul sito e dà anche la possibilità di fermarsi su una traccia e ascoltarla, se si è curiosi.

L’app è stata creata dal Digital artist Kyle McDonald il quale dopo aver parlato con gli amici della sensazione di isolamento fra persone nel mondo moderno, nonostante ogni nostro movimento sia praticamente online, ha affermato: “Stiamo pensando a quelle connessioni di cui non siamo a conoscenza. Queste cose ci inseriscono in certe categorie e noi non le vediamo nemmeno”.

L’idea è nata dalla considerazione che in ogni momento ci sono tra i 25 e i 50 milioni di persone che ascoltano musica su Spotify, ogni secondo vengono fatte partire tra le 10.000 e le 20.000 nuove canzoni, ma quante di queste vengono ascoltate da due persone contemporaneamente?

Secondo McDonald l’esperimento potrebbe fare da base per l’implementazione di future funzionalità come ad esempio ad App che mettono in contatto persone che hanno appena ascoltato la tua stessa canzone, che quindi risponderanno sempre più al costante bisogno di condividere ogni aspetto della propria vita con uno spettro sempre più ampio di persone per sentirsi più capiti e meno soli.

Carla Lucignano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.