Aler, Mattinzoli: assegnazioni più rapide e trasformazione come ente sociale

Lombardia

“Stiamo monitorando l’efficacia e l’effetto dei nostri aggiustamenti normativi e di regolamento e se ci sarà bisogno di un ulteriore intervento assolutamente è questo che vogliamo fare. Riteniamo che l’assegnazione rapida degli alloggi è un qualcosa di prioritario”. Lo ha detto ieri l’assessore alla Casa e Housing sociale, Alessandro Mattinzoli, a margine della presentazione del piano regionale dei servizi abitati 2022-24, interpellato dai giornalisti su una eventuale modifica al regolamento per le assegnazioni delle case Aler in modo da renderle più veloci.

“Stiamo monitorando l’efficacia di quanto fatto fino adesso e non ci accontentiamo”, ha proseguito Mattinzoli, perché “è giusto pensare che se non ci sono assegnazioni rapide ci sono famiglie che restano senza casa e questo può dare vita a delle occupazioni”. L’assessore ha anche parlato di un “obiettivo da fine mandato”, la “riorganizzazione delle case Aler perché non possiamo pensare che ci sia stato un cambiamento sociale e politico negli ultimi 40 anni e le Aler devono ancora dotarsi degli stessi sistemi di 40 anni fa”. L’auspicio è che gli alloggi popolari diventino “un ente sociale anche quando fanno operazioni immobiliari. Importante è che dopo queste operazioni immobiliari, l’utile venga investito nel sociale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.