L’orrore e l’umanità della guerra

Esteri

Zelensky a Porta a Porta: “Sono pronto a parlare con Putin ma senza ultimatum. Ma la questione si complica ogni giorno con uccisioni e torture. (…) Non credo che il leader russo riuscirà a salvare la faccia. 

Nell’ultimo mese l’Onu ha verificato che quasi 100 bimbi sono stati uccisi, e riteniamo che le cifre effettive siano più alte”. Lo ha detto il vice direttore esecutivo di Unicef, Omar Abdi, durante la riunione del Consiglio di Sicurezza 

Ilya, il bimbo-eroe che voleva sfidare i russi. Il piccolo ha 7 anni ed è disabile. Non voleva essere di peso e, durante i bombardamenti, ha chiesto alla nonna di mettere in salvo i fratelli e di lasciarlo solo.  

I militari russi hanno sparato su un istituto per bambini con disabilità che hanno bisogno di sostegno nella regione di Lugansk. Lo rende noto il capo dell’amministrazione militare regionale Sergiy Gaidai citato da Ukrinform. 

Si sposano nell’acciaieria Azovstal, lui muore durante l’assalto russo dopo tre giorni dalle nozze. La moglie del combattente posta le foto del matrimonio sui social. 

“Se parliamo della Azovstal, i civili di cui eravamo a conoscenza, i civili di cui ci prendevamo cura, non sono più con noi. Sono riusciti a lasciare l’impianto”. Lo ha detto alla Cnn il capitano Palamar, vicecomandante del reggimento Azov  

Da ANSA Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.