Una tre giorni di festa dell’occupazione organizzata dagli antagonisti che “sequestra” anche una piazza

Milano

C’è chi può a Milano. Per dire che ai Centri Sociali è permesso tutto e tutto comprende tutto ciò che ai normali cittadini non è permesso. Ma già tante volte abbiamo descritto.

E c’è che un intero condominio occupato da abusivi,  di fronte al quale per tre giorni – venerdì, sabato e domenica- gli okkupanti fanno una festa per “celebrare” i nove anni di occupazione. I no global – informa il Giornale- hanno chiuso al traffico un pezzo di piazza Stuparich, se ne sono di fatto appropriati usando le transenne e bloccando al traffico le vie che insistono sul piazzale. Il tutto naturalmente è illegale. Qualcuno ha mosso un dito? Sì, ma la situazione non è cambiata.

Una tre giorni di rumore e caos» prevedono i residenti, ai quali non resta che il meteo: «Speriamo che piova per tre giorni» dicono rassegnati

Reaziona Il Secolo D’Italia “Sul volantino che invita alla festa dell’occupazione c’è in programma per il 7 maggio 2022 una degustazione di vini. “Offerta popolare, dalle 19 alle 22”. «A parte che per somministrare bevande alcoliche al pubblico servono delle autorizzazioni e le certificazioni dell’Ats, non è che uno si mette a fare l’oste così, per strada», commenta la signora sempre più basita. C’è rassegnazione. L’assurdo e la rabbia.  A organizzare la “kermesse” sono i collettivi dello Spazio di mutuo soccorso: sulla loro pagina Facebook si legge: «Per festeggiare nove anni di vita dello Spazio mutuo soccorso», scrivono sui social «nove annidi lotta e di pratiche solidali e ribelli». I residenti raccontano: “Quando abbiamo chiamato noi le forze dell’ordine, abbiamo dovuto aspettare dalle nove alle undici del mattino. Poi sono arrivate e non hanno potuto fare granché; perché è sempre un problema sgomberare gli abusivi. È arrivato pure l’ufficiale giudiziario con una notifica di sgombero, ma è già stata rimandata a luglio”. Che altro dire?”

Anna Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.