Autonomia, Gelmini: Legge quadro per raggiungere pragmaticamente l’obiettivo

Politica

“Attraverso la legge quadro possiamo tranquillizzare i molti contrari, non è possibile che a distanza di tanti anni si rimanga fermi, farò di tutto per superare questa criticità, dobbiamo arrivare a un punto fermo, dobbiamo pragmaticamente raggiungere il risultato”. Lo ha detto il ministro per le Politiche regionali, Maristella Gelmini, a proposito dell’attuazione dell’autonomia differenziata richiesta da anni da alcune Regioni. “Io ho individuato un percorso per uscire dallo stallo, è chiaro che la Costituzione prevede intese e pre intese con le singole Regioni, ma ci sono anche forti resistenze, basate sulla paura, da me non condivisa, di creare regioni di serie A e di serie B, che credo e non possiamo sottovalutare” ha aggiunto Gelmini durante un convegno al Pirellone al quale partecipa anche il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, contrario alla Legge quadro. Fontana, ha concluso il ministro, “deve fidarsi, sono convinta che la Legge quadro non tolga nulla alle intese, sia un elemento che conferma i princìpi costituzionali e facilita le pre intese raggiunte, che sono a un passo dall’essere attuate” ha concluso Gelmini sottolineando che, anche nella suddivisione dei fondi del Pnrr, tutto si può dire tranne che il Sud sia penalizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.