Ex scuola Zama: dopo lo sgombero pensiamo al riutilizzo

Milano
Mi trovo al Parco di via Norico, davanti all’ex Scuola di via Zama/Berlese. Un immobile pubblico che tanto è stato al centro della mia azione politica sul territorio e tanto ha fatto discutere (e preoccupare) il quartiere per via delle occupazioni e del degrado, anche d’immagine.
Oggi l’Immobile è stato messo in sicurezza, con un muro perimetrale alto, le entrate murate, le aree verdi disboscate, gli interni ripuliti e sanificati. Era esattamente ciò che abbiamo chiesto per quattro anni al Comune di Milano, con raccolte firme, iniziative e manifestazioni promosse dagli instancabili residenti di via Berlese. Un gruppo di persone, che poi sono diventati veri amici, di combattenti, un modello di dedizione e voglia di riscatto. Passare qui davanti mi rende orgoglioso di aver contribuito e aiutato chi meritava di vivere in serenità e senza paura.
Occorre dar atto all’amministrazione comunale, seppur tardivamente e dopo tanti insuccessi ampiamente prevedibili, di aver fatto ciò che andava fatto: ascoltato i residenti, l’istituzione municipale, e aver agito. Una menzione particolare merita anche il Comitato Forlanini, che si è speso con convinzione e successo.
Ora però dobbiamo dare un futuro a questo patrimonio pubblico, in parte assolutamente recuperabile. Questa è una zona in grande sviluppo, ha bisogno di luoghi di ritrovo, di aggregazione, soprattutto indirizzati ai giovani, alle famiglie, dove fare attività. Non dobbiamo accontentarci di aver “chiuso”. Il muro serve per contenere, la politica deve “immaginare”. Ecco, pensiamo a un grande e strutturato dibattito pubblico che abbia come obbiettivo “immaginare il futuro  dell’Ex Scuola.”

Chiediamo al Municipio 4, al Presidente e al Vice Presidente, di osare. So che c’è sensibilità e impegno su questo fronte, quindi è ora di usare tutte le energie e le opportunità (come il PNRR) per una nuova vita qui in via Berlese. Si può!

Oscar Strano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.