Decreto infrastrutture, Taxiblu: servono norme e misure stringenti, troppi incidenti

Milano

«Se saranno confermate le modifiche recenti al decreto infrastrutture in approvazione alla Camera in queste ore verrebbe da dire che poco cambia e forse neanche in meglio. In particolare modo penso ad esempio ai monopattini elettrici e all’ obbligo di casco ed assicurazione. Una misura che avrebbe credo tutelato maggiormente gli utenti possessori di questi mezzi e tutti gli altri circolanti sulla strada”: lo afferma Emilio Boccalini, presidente di Taxiblu 02.4040 il più grande radiotaxi di Milano. “Una fondamentale tutela innanzitutto fisica e poi anche di tipo legale-assicurativo – prosegue – che comunque non sarebbe guastata, dato anche l’alto numero quotidiano di incidenti che ogni giorno coinvolgono questi mezzi. A quanto pare questo obbligo non vi sarà e il casco lo sarà solo dai 14 anni in giù. Mentre le velocità massime per questi mezzi scenderanno dai 25 ai 20 Km/h. Credo sia un po’ poco e si stia perdendo un’occasione per normare adeguatamente questi mezzi che se non debitamente usati, come tutti, possono essere molto pericolosi e il discorso credo valga per tutti, anche dai 14 anni in su. Vedremo il testo finale quando sarà approvato cosa prevederà e speriamo in migliorie dell’ultima ora».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.