Il Presidio no green pass all’Arco della Pace si scioglie per una lite

Milano

La protesta dei no Green Pass di ieri a Milano all’Arco della Pace si è sgonfiata e il presidio, con qualche malumore, ha lasciato liberi tutti. Ma ovviamente era lo scopo e, forse la frequenza delle manifestazioni ripetute, ha un po’ sfiancato gli irriducibili. Infatti il presidio dei no green pass si è concluso intorno alle 13.30 di ieri all’Arco della Pace. Prima dello scioglimento, è scoppiata una lite interna ai promotori, tra chi voleva andare a supportare il presidio di alcuni lavoratori dell’Amsa fuori dalla sede di via Primaticcio e chi proponeva di andare a protestare “sotto i palazzi del potere”, indicando la vicina sede della Rai di corso Sempione.

Alla fine, tra il fastidio di molti partecipanti, le due fazioni si sono divise: cinque persone da una parte e cinque dall’altra. Quello che è opportuno evidenziare è la ricerca di visibilità individuando un obiettivo possibilmente simbolo o l’unità con altri lavoratori pubblici nel mirino dei media. Ci sarebbero stati episodi di violenza? Non so,  ma che il protagonismo con la massima visibilità sia una spinta fondamentale è certo. Ma che cosa volevano ottenere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.