Taxiblu: non servono scenari futuristici ma pragmatismo

Milano

«Di chiacchiere su Milano e sul suo futuro ne sentiamo da anni e mai come in questi mesi poi proposte e rendering di ogni tipo che prospettano una città quasi in stile futuristico alla Blade Runner compaiono su giornali e web quasi ogni giorno. La realtà dal nostro punto di vista almeno è che qui non serva una rivoluzione, ma forse anzi un pizzico di pragmatismo e praticità ‘meneghina’ in più, come è stato in passato. Più che di grattacieli e di Taxi che volano ci piacerebbe che si tornasse a parlare ed analizzare con razionalità i piccoli e grandi problemi che come tutte le città abbiamo e provare a risolverli appunto con più praticità e un filo in meno di demagogia”: lo afferma Emilio Boccalini presidente di Taxiblu 02.4040. “Sul traffico e la mobilità in genere abbiamo gli esempi più lampanti dei disastri di questi anni – prosegue Boccalini -. Sia chiaro poi che non è che noi, che per ovvi motivi come tanti altri professionisti circoliamo con mezzi a quattro ruote in città, siamo dei cavernicoli insensibili alle tematiche ambientali e della sostenibilità. Ma non si può neanche pensare di ridurre Milano ad un’ enorme pista ciclabile o zona pedonale senza curarsi di dove dovranno circolare auto e mezzi pubblici e non, per non parlare dei parcheggi. Giusto incentivare la mobilità alternativa, ridare vita a zone degradate, ma chi lavora con un’ auto o un mezzo proprio in città non può certo venir tagliato fuori dal dibattito e soprattutto da quello per trovare delle soluzioni a questi problemi. Questa città in autunno avrà tutto il potenziale per ridare impulso alla sua economia e a quella del Paese fatta di business, turismo e molto altro. Un’ occasione che non possiamo perdere, dato che mai come oggi sappiamo che altri mesi, lavorativamente parlando, come quelli che viviamo dal 2020 non saranno ancora lungamente sostenibili».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.