Parco delle Cave aizza i cani contro i vigili che vengono morsi: arrestato

Cronaca

Mercoledì pomeriggio al Parco delle Cave a Milano, i vigili hanno arrestato un pluripregiudicato di 38 anni di origine cilena che aveva aizzato i suoi tre cani di grossa taglia contro due “ghisa” che sono stati feriti a morsi. Lo ha riferito la stessa polizia locale, spiegando che intorno alle 18.30, una pattuglia è intervenuta in via Cancano, all’interno del parco in zona Baggio, dove alcuni cittadini avevano segnalato la presenza di tre grossi cani meticci, tenuti liberi e senza museruola, che aggredivano le persone e gli altri animali presenti. I vigili hanno intimato al padrone di richiamare i cani e tenerli al guinzaglio ma questi, dopo averli aggrediti verbalmente, gli ha scatenato contro i tre animali che li hanno morsi alle braccia, alle gambe e al torace. Bloccato mentre cercava di dileguarsi da altri agenti intervenuti sul posto, il pregiudicato ha richiamato a sé i tre cani per utilizzarli come scudo e solo dopo mezz’ora di trattative, i “ghisa” sono riusciti a convincerlo a consegnare i cani ad una persona di sua fiducia, a cui ora sono stati affidati perché posti sotto sequestro. Il 38enne ha comunque continuato a inveire contro gli agenti, gridando tutto il suo odio contro le forze dell’ordine, esibendo con orgoglio la scritta “Acab” (acronimo di “All cops are bastards”, “Tutti i poliziotti sono bastardi”, ndr) tatuata sulla gamba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.