A Milano le opere di Darsa, lo ‘Shakespeare croato’ Fino al 17/9 alla Biblioteca Braidense, volumi unici al mondo

Cultura e spettacolo

Marin Držić-Marino Darsa, commediografo rinascimentale purtroppo non molto conosciuto, è il protagonista della mostra che fino al 17 settembre è aperta alla Biblioteca Nazionale Braidense (orari: 9,30-13,30 dal lunedì al venerdi, ingresso libero). Una rassegna definita “straordinaria” dagli organizzatori, che, attraverso opere preziosissime, tra cui alcuni esemplari unici al mondo, punta a valorizzare il lavoro del più importante drammaturgo croato della storia.   Nato a Ragusa nel 1508 e morto a Venezia nel 1567, “Marino Darsa rappresenta per i croati ciò che Shakespeare è per gli inglesi, Dante per gli italiani, Cervantes per gli spagnoli” fa sapere la curatrice della mostra, la professoressa Katja Bakija dell’Università di Dubrovnik. A Milano i visitatori potranno vedere le prime due edizioni del dramma “Tirena” in cinque atti del 1551 e l’edizione del 1630 insieme a “Piesni”,  prima edizione del 1551, considerati i “tesori” più importanti della mostra. Tra le rarità esposte – 85 in tutto – anche due volumi della collezione Braidense e quattro volumi dalla collezione privata Pambianchi-Kramarić, delle principali opere di Marko Marulić/Marco Marulo, considerato il padre della letteratura croata.  Poche le notizie sulla vita di Darsa ma tutti italiani sono i luoghi da lui frequentati per la sua formazione e fortuna letteraria. Educato a Siena, vissuto a Firenze, tutte le sue opere vengono stampate a Venezia, città in cui muore ed è sepolto nella basilica dei Santi Giovanni e Paolo. Per questo la sua eredità italiana, in particolare la parte conservata a Brera, è importante per la letteratura rinascimentale croata e italiana. Fra i preziosi volumi della Braidense ci sono anche opere di un altro illustre croato,vissuto due secoli più tardi: Ruggiero Giuseppe Boscovich, professore di ottica e astronomia a Milano e fondatore dell’Osservatorio astronomico braidense

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.