Green Pass: dal 6 agosto dove è obbligatorio e come funziona

Politica

l Governo ha approvato il nuovo decreto anti-covid che rende il Green Pass  obbligatorio dal 6 agosto per molte attività. La scelta del governo è stata spiegata dal

E’ stato lo stesso Premier Mario Draghi a spiegare la scelta del governo per cui con la certificazione verde le attività economiche potranno restare aperte e si potranno cambiare i parametri che determinano i colori delle regioni, dando più peso ai ricoveri piuttosto  che ai contagi, senza green pass molte regioni già oggi dovrebbero tornare in zona gialla.

Il Green Pass è obbligatorio dal 6 agosto per accedere ad una serie di attività. In particolare bisognerà esibire il Green Pass:

  • Per consumare al tavolo al chiuso in Bar e ristoranti
  • Per andare in palestra
  • per praticare sport al chiuso
  •  Per le piscine
  • Per andare a teatro
  • Per andare al cinema
  • Per andare alla Fiere
  • Per i convegni
  • Per i musei
  • Per entrare nei centri termali
  • Per i parchi divertimenti
  • Per i centri culturali
  • Per le sale da gioco (bingo sale scommesse)
  •  Per i Casinò
  • Per partecipare ai concorsi
  • Per andare ai concerti
  •  Per andare allo stadio

Continuano invece a restare chiuse le discoteche, per le quali sono previsti ristori

Green Pass – dove non è obbligatorio

Non è obbligatorio avere il Green Pass, invece, per :

  • Per prendere i mezzi pubblici
  • Per entrare nei negozi,
  • Per accedere alle farmacie,
  • Per andare al supermercato
  • Per praticare sport all’aperto
  • Per le piscine all’aperto
  • Per consumare al bancone del Bar (anche se al chiuso)
  • Per andare a scuola

Green Pass obbligo per bambini

Il green pass non è obbligatorio in nessun caso per i bambini sotto i 12 anni, quindi sotto i 12 anni i ragazzi possono svolgere qualunque attività e andare ovunque, significa d’altra parte che i ragazzini sopra i 12 anni devono avere il green pass per fare sport di squadra andare al ristorante al chiuso, al bar ecc.

Chi controlla il Green Pass

Il controllo del green pass spetta ai gestori delle attività per le quali è richiesto. La violazione delle norme sul Green pass porta a multe da 400 a 1.000 euro sia per il gestore che per il cliente.
Per i gestori di attività per le quali la certificazione verde è obbligatoria viene introdotta anche una norma tipo baseball “tre errori e sei fuori”, se si violandole normative green pass per tre volte in 3 giorni diversi, oltre alla multa, l’attività viene chiusa da 1 a 10 giorni.

Spettatori agli eventi

Con l’introduzione dell’obbligo della certificazione viene aumentata la capienza per gli eventi ovvero numero di spettatori ammessi sia al chiuso che all’aperto per i  grandi eventi, culturali o sportivi. Con le nuove regole questi eventi potranno accogliere 25%  delle persone normalmente previste se si svolgono al chiuso e il 50%  se all’aperto. Quindi gli stadi ad esempio, potranno avere il 50% di pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.