Comune, De Corato (FdI): spostamento mercato via Segneri, multe per far cassa

Milano

“Come minacciato ieri dall’Assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Marco Granelli, stamattina al Giambellino si è scatenata una raffica di multe, oltre alle rimozioni delle macchine. Quando si tratta di far cassa, le promesse vengono subito mantenute”. Lo ha affermato ieri il Consigliere Comunale di FdI a Milano, Riccardo De Corato, segnalando le sanzioni e rimozioni di auto dei residenti di nel Municipio 6.

“Il mercato di via Segneri, infatti, da oggi, per i prossimi tre anni, si è trasferito in Largo Gelsomini, Largo Giambellino e Via Tulipani. Stamattina, però, giorno di mercato molti residenti di queste vie hanno lasciato l’auto parcheggiata dove, poi, si sono posizionati i banchi. Non certo per colpa loro, bensì a causa dell’informazione tardiva da parte del Comune. Era logico immaginarsi che alcuni residenti non avrebbero spostato l’auto, visto che i cartelli di divieto di sosta in alcune vie, come in via Tulipani, sono stati messi solo il giorno precedente al mercato e non 48 ore prima, come previsto dalla legge. Già nelle prime ore del giorno, molte macchine sono state rimosse o multate. Contravvenzioni che, visto il ritardo del posizionamento dei segnali stradali di divieto di sosta, non sono legittime. Oggi in Consiglio Comunale a Palazzo Marino sono intervenuto per denunciare l’abuso, visto che i cartelli di divieto sono stati messi solo 24 ore prima ed ho invitato il Comune a non procedere all’incasso delle sanzioni elevate: non è possibile pensare di far cassa anche quando si sa di essere in torto, vessando i residenti! A riguardo, oggi stesso, presenterò un’interrogazione. Quella dello spostamento del mercato è stata una decisione che non ha tenuto conto in alcun modo delle esigenze degli abitanti, ma a questa Giunta, se si parla dei problemi degli automobilisti, tira dritto perché loro, adesso, sono il male assoluto”, ha concluso De Corato.

Sulla problematica si è espresso anche  Massimo Girtanner ex presidente di Zona 6 e membro dell’assemblea nazionale di Fratelli d’Italia: “Si sarebbe potuta attendere la realizzazione del parcheggio vicino alla chiesa del Santo Curato d’Ars o addirittura pensare di spostare lì il mercato, ma il municipio 6 è supino ad ogni decisione che arriva dalla Giunta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.