Le colpe del sindaco Sala negli assembramenti

Milano

Settimana scorsa abbiamo assistito a scene che sino a due anni fa sarebbero state gioia genuina e serena.

Una delle due squadre cittadine che conquista lo scudetto e regala a metà dei milanesi una festa attesa lungamente dovrebbe essere un avvenimento felice, invece si è trasformato in occasione di rischio con conseguenti polemiche.

“Perché i tifosi si sono accalcati nelle piazze del centro?”

“Coi locali appena usciti dalle chiusure che rischiano di richiudere per colpa di pochi tifosi.”

Ecc.

Personalmente non credo che i tifosi, almeno quelli pacifici scesi in piazza durante il giorno, siano dei pericolosi eversivi. Hanno semplicemente fatto quello che gli veniva concesso dal sindaco Sala, che non avendo predisposto alcun piano di contenimento ha lasciato all’estro dei tifosi le modalità con cui esultare per i propri beniamini calcistici.

Posto che il rischio di nuovi contagi conseguenti a quell’evento è alto io mi aspetto un monitoraggio puntuale perché speriamo tutti non ci siano ripercussioni, ma qualora ce ne fossero mi aspetterei procedimenti legali contro il sindaco.

Per una errata valutazione del rischio la sindaco di Torino dei 5stelle ha ricevuto una condanna a 1anno e 6mesi, perché il sindaco di Milano del PD dovrebbe passarla indenne? Perché non dovrebbero essere accertate le colpe di un sindaco che non prevede sistemi di contenimento e che causa situazioni di pericolo?

Come se non bastasse questo fine settimana abbiamo assistito anche agli assembramenti dei sostenitori del DDL Zan, però in questo caso non vedo gli intellettuali di sinistra a fare la morale alle persone in piazza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.