Via Marco Bruto, il ritorno del “torna indietro”, Palazzo Marino da ragione al Municipio 4

Milano

Oggi, 7 aprile 2021, entrerà in funzione il nuovo ‘torna indietro’ progettato e realizzato da ATM e Comune di Milano a seguito delle interlocuzioni con i cittadini del Comitato Sicurezza Forlanini e il Municipio 4. Il ‘torna indietro’ è stato progettato per permettere ai veicoli di accedere agevolmente alle destinazioni sulla via e nello stesso tempo a proteggere e tutelare i cittadini migliorando la sicurezza stradale.

“Apprendo questa notizia dalla pagina Facebook dell’Assessore alla mobilità di Palazzo Marino. Me ne compiaccio, è una cosa positiva, che va a mettere una toppa a un errore commesso quasi due anni fa dallo stesso Comune, che aveva provveduto a chiudere il passaggio suscitando le proteste sia dei residenti, sia delle attività commerciali della zona”. Così il Presidente del Municipio 4 di Milano Paolo Guido Bassi in relazione all’informativa di Marco Granelli sui lavori stradali in zona quartiere Corsica-Forlanini.

“Una mail ufficiale da parte dell’Assessore al Municipio sarebbe stata gradita – osserva Bassi – ma ci accontentiamo anche della news via social network, visto che ormai è acclarato il fatto che la nostra mail non sia più nella rubrica dell’Amministrazione. Nel post dell’assessore vengono citati solo esponenti municipali e comunali del Pd (fra l’altro non tutti quelli che si sono occupati della questione. Dimenticanza selettiva?) e, casualmente, nessun esponente istituzionale del Municipio a guida centrodestra (altra dimenticanza?), che pure si è speso non poco per far rivedere un po’ di cose su scelte molto opinabili che hanno interessato l’asse Corsica-Mecenate. Dopo il passo indietro di Palazzo Marino sull’abolizione delle fermate del 27 all’altezza dell’intersezione Corsica/Negroli, siamo a un secondo cambio di direzione rispetto alle scelte strategiche dell’amministrazione. Visto che non c’è due senza tre – conclude Bassi – ora auspichiamo che vengano ripristinate anche le fermate Atm tagliate nello stesso tratto in direzione periferia, anche queste richieste a gran voce dai cittadini tramite una raccolta firme che ha contato centinaia e centinaia di sottoscrizioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.