Arresti dei Carabinieri Nucleo Radiomobile

Cronaca

In Milano, militari del Nucleo Radiomobile hanno arrestato per rapina un cittadino somalo classe 1988, in Italia senza fissa dimora, nullafacente, con precedenti di Polizia. I militari, alle ore 2:00, erano intervenuti in  Piazzale Maciachini dove era stata segnalata una rapina in danno di un cittadino del Bangladesh. La vittima, un rider 33enne, poco prima era stato minacciato e strattonato da due soggetti armati di coltello, che dopo aver tentato di rubargli il cellulare, gli avevano sottratto il cibo trasportato e lo avevano fatto rovinare al suolo.

Immediate ricerche consentivano agli operanti di individuare e bloccare nelle vie limitrofe uno dei due responsabili, mentre il secondo si rendeva irreperibile. La vittima, lievemente contusa per la caduta, veniva medicata sul posto da personale sanitario del 118, mentre l’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale “San Vittore” di Milano, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Alle ore 19, sempre a Milano, i militari del  nucleo radiomobile  hanno tratto in arresto, per maltrattamenti in famiglia, un 24enne straniero nato in Italia e residente nella nostra città, coniugato, nullafacente e con precedenti di polizia. I militari, alle ore  16:00, sono intervenuti in via Gola dove era stata segnalata una lite in famiglia. Giunti sul posto trovavano una donna straniera, ma nata in Italia, classe 1996, che  aveva richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine. Tramite il numero d’emergenza 112 la donna aveva denunciato la presenza, all’esterno dell’abitazione, del marito, il quale provava ad introdursi in casa tentando di sfondare la porta e minacciandola di morte. La stessa lo aveva allontanato e denunciato, il giorno precedente, presso il commissariato di PS – Porta Ticinese per le continue percosse e violenze subite nel tempo e da ultimo anche lo scorso 26 dicembre.

Individuato, l’uomo veniva  bloccato dai militari nella limitrofa via Pichi, dopo un tentativo di fuga. L’arrestato inoltre è stato deferito in s.l. poiché trovato in possesso di una patente di guida risultata contraffatta. Espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Milano – San Vittore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.