Riforma sanità lombarda, Fontana: sarà progetto legge condiviso per recepire tutte le istanze

Lombardia

E’ facile osservare leggendo ogni giorno le agenzie Quanto le proteste sulla Sanità del M5S sono come parole-pappagallo alle tesi montate pregiudizialmente a scopo politico dalla sinistra. L’ultima accusa è di Fumagalli, consigliere grillino in regione “Il sistema sanitario regionale è da sempre il luogo dove la maggioranza di centro destra trae consenso elettorale con i miliardi distribuiti alla sanità privata. Questo schema di voto di scambio sui fondi pubblici erogati ai privati senza nessun controllo deve finire”. E insiste nel rivedere meccanismo di contrattualizzazione del privato. La proposta di riforma della sanità lombarda “tecnicamente credo che sarà un progetto di legge condiviso, in modo che ci sia possibilità di un confronto ampio e che possa recepire tutte le indicazioni che ci vengono. Penso che sia una cosa che avverrà abbastanza rapidamente”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana in conferenza stampa a Milano. A chi gli ha chiesto se la riforma prevederà la “creazione di una sorta di agenzia che coordini le attuali Ats”, Fontana ha replicato: “Io credo che in realtà non credo che sia così. I ‘saggi’ hanno fatto una serie di proposte e di valutazioni che stiamo esaminando, a breve credo che veniamo a fare una serie di incontri con il Consiglio per presentare una nostra idea”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.