Comune contro la legge regionale che abbatte gli oneri di urbanizzazione

Fabrizio c'è Milano

È  partito l’ennesimo attacco del Comune di Milano a Regione Lombardia. Stavolta il tema è  la legge regionale 18 del 2019, una legge che è stata voluta per favorire la rigenerazione urbana, cioè la ristrutturazione di immobili degradati o dismessi. La legge prevede un taglio del 20% degli oneri di urbanizzazione che chi attiva un progetto edilizio deve versare ai comuni. Maran quindi protesta perché al Comune verrà a mancare qualche decina di milioni di oneri. Di questi tempi la leva economica e fiscale è certamente l’unica per spingere imprese e proprietari fondiari a rischiare e programmare ristrutturazioni.

Per la sinistra però quando si abbassano le tasse si tocca il nervo. E quindi il Comune sta già studiando come disapplicare questa legge che già ha dimostrato di funzionare nel post Covid.

Bloccare anche il mattone avendo già il commercio paralizzato sarebbe un disastro per Milano. La legge regionale sta producendo effetti positivi perché nonostante il Covid gli interventi edilizi si mantengono vivaci. La leva dello sconto sugli oneri di urbanizzazione è l’unica che funziona, mentre i precedenti provvedimenti comunali sugli edifici dismessi non hanno funzionato, son rimasti lettera morta.

2 thoughts on “Comune contro la legge regionale che abbatte gli oneri di urbanizzazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.