Domani, 16 giugno, scatta l’acconto IMU. Forza Italia “Assurdo, si posticipi”

Economia e Diritto

È fissata per Martedì 16 giugno la prima scadenza Imu del 2020. Oltre 25 milioni di proprietari di immobili, che non siano l’abitazione principale, si troveranno a dover coprire l’acconto della tassa di cui a dicembre pagheranno il saldo a conguaglio.

L’acconto della nuova Imu, nata dalla fusione dell’Imu con la Tasi, raccoglierà 10,1 miliardi,  che diventeranno 20,3 miliardi di euro su base annuale.

L’abitazione principale è esclusa a patto che non sia di categoria catastale considerata di lusso o di pregio, mentre pagano i proprietari di seconde case indipendentemente dalla classificazione catastale.

Solo per quest’anno di imposta 2020, l’acconto si calcolerà con un meccanismo diverso. Sarà pari, infatti, alla metà di quanto versato a titolo di Imu e Tasi per l’anno 2019. La tassa può essere versata tramite modello F24 o bollettino precompilato.

Molto critica Forza Italia che sottolinea “Un’assurdità, si posticipino i pagamenti a fine anno”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.