Coronavirus, Gallera: positivo solo il 34% dei sintomatici in quarantena, il 18% a Milano- Indice Rt sceso a 0,51

Lombardia

“Su 42.681” test sierologici effettuati dalla Regione su soggetti in quarantena fiduciaria o su contatti stretti, come conviventi, di soggetti positivi, “solo il 14.530 sono risultati positivi, ovvero il 34%”, con differenze però tra le diverse aree: lo ha riferito l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera nella consueta diretta Facebook di Palazzo Lombardia per l’aggiornamento sull’emergenza coronavirus. A Bergamo i positivi sono risultati il 58%, a Pavia il 41%, nella Val Padana (Cremona, Crema, Mantova) 38%, a Brescia il 35%, a Milano 18,4%. “Quindi una dimensione meno allarmante di quella che gli stessi cittadini pensavano di avere”, ha commentato Gallera.
“Abbiamo un trend in continua decrescita, delle singole province che vanno ad assottigliarsi e tutto questo è fotografato oggi in maniera importante dall’ ISS” con l’indice Rt. Lo ha detto l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera durante la diretta Facebook della Regione per l’aggiornamento sull’emergenza coronavirus. Gallera ha affermato quindi che di fatto “l’Iss ha sottolineato l’efficacia delle misure” messe in campo”. “In una settimana siamo scesi da 0,62 a 0,51, un rischio da moderato a basso” di indice ha ricordato quindi “il modello di sorveglianza stringente e puntuale” messa in campo dall’11 maggio “sta dando risultati significativi” e “oggi abbiamo uno degli indici più bassi” rispetto ad alcune altre Regioni, ha concluso.

Quello dell’indice Rt “è un dato positivo che dobbiamo cogliere con soddisfazione ma con estrema prudenza. L‘indice Rt è calcolato con dati di 7-10 giorni fa – ha ricordato – quindi è la ‘fotografia della settimana scorsa” e gli effetti delle riaperture del 18 maggio li “vederemo tra un paio settimane”. Dunque, ha concluso “non dobbiamo pensare che stasera si va tutti a bere lo spritz in centro città senza mascherine e tutti vicini, ma dobbiamo avere un comportamento molto prudente. E’ fondamentale

Per quanto riguarda le Rsa  Gallera ha spiegato “Abbiamo concluso lo screening con i tamponi su tutti gli ospiti delle Rsa” con “57 mila tamponi fatti” e “oggi abbiamo circa il 30% di positivi all’interno delle Rsa tutti collocati in aree separate e curati in maniera puntuale”.

Ieri erano saliti a 22.528 (+73,) di cui 9.525 (+ 35) a Milano citta’, i nuovi casi positivi al coronavirus nell’area metropolitana di Milano. Giovedì la crescita sul giorno precedente era stata di 83 casi nell’area metropolitana e 38 a Milano città.

Nella tabella il riepilogo dei dati generali della Lombardia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.