Autovelox, Sardone: “in Fulvio Testi e sul cavalcavia del Ghisallo 250 multe al giorno: sinistra smetta di spremere i cittadini”

Milano

“Da gennaio a ottobre l’autovelox di viale Fulvio Testi (direzione centro) ha emesso 75.195 multe, ovvero circa 250 sanzioni al giorno. Ancora più verbali ha prodotto l’autovelox posizionato sul cavalcavia del Ghisallo: 76.015 multe in dieci mesi, oltre 250 al giorno. Queste cifre sono pazzesche e confermano come la sinistra sia campionessa nello spremere i cittadini. È chiaro che la sicurezza stradale debba essere una priorità, ma non è fissando limiti ridicoli come i 50 km/h in Fulvio Testi che si risolvono i problemi, anzi si finisce solo col penalizzare i milanesi e le migliaia di cittadini dell’hinterland che ogni giorno raggiungono Milano per lavoro. La battaglia anti-auto del Comune di Milano è chiara e spregiudicata: Area B, autovelox, zone 30, ztl, ora pure la folle ciclabile di Porta Venezia e l’acquisto dei monopattini…”.

Così Silvia Sardone, europarlamentare e consigliere comunale della Lega, in merito alla risposta del Comune a una sua interrogazione sul tema. “Oltre ai due autovelox citati, segnalo anche le performance dell’altro occhio elettronico di Fulvio Testi direzione periferia (58.649 multe da gennaio a ottobre), di quelli di viale Fermi (38.213), viale Famagosta (22.969), viale Palmanova direzione centro (16.058). L’elenco dei bancomat a forma di autovelox è molto lungo in città e visto l’andazzo c’è da scommettere che si allungherà ancora. Faccio anche notare – chiude Silvia Sardone – un’incongruenza abbastanza lampante nei dati che mi sono stati forniti dal Comune: ora mi viene detto che le multe degli autovelox del 2018 sono state 298.498, mentre l’anno scorso sempre in riferimento al 2018 mi era stato comunicato il dato di 696.917. Resta il fatto che nel 2010, ultimo anno pieno di amministrazione Moratti, in totale le sanzioni da autovelox erano state 31.188, poi Pisapia e Sala han fatto a gara a chi vessava di più gli automobilisti…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.