Il Sito per chiedere i buoni spesa ancora non funziona. Ritarda l’aiuto a chi ha bisogno

Fabrizio c'è Milano
Sono 3 giorni che Beppe Sala nel suo video quotidiano dimentica di rispondere su una domanda: perché non funziona il sito comunale che dovrebbe consentire di fare richiesta per i buoni spesa?

In questo caso la competenza è tutta Comunale, non ci sono altri Enti su cui scaricare.

Praticamente è impossibile chiedere buoni alimentari del governo a causa del  crash del sito e della saturazione del centralino 020202  intasato anche da altre richieste.

Così il Comune ha dovuto rinviare  il termine per le domande ma anche la erogazione dei buoni. Ma così si sposta anche il momento in cui chi è in difficoltà potrà ricevere gli aiuti.
Forse un Sindaco, per di più di sinistra, dovrebbe porsi come primo problema dare sostegno a chi ha perso la capacità di fare la spesa. Chi è in difficoltà non può aspettare fine maggio per mangiare!
Allora caro Sindaco dopo aver blaterato per una vita sulla “smart city” annunciata, domani ci spieghi cosa è successo al sito, magari non raccontandoci dell’attacco degli Hacker. Metta, per aiutare chi non ha da mangiare, la stessa lena che mette nel confezionare video e nel fare polemiche con la Regione.

2 thoughts on “Il Sito per chiedere i buoni spesa ancora non funziona. Ritarda l’aiuto a chi ha bisogno

  1. Caro Fabrizio, perché scrivi del Sindaco “per di più di sinistra”? Perché essere di sinistra significa per te essere più vicini alle necessità dei più bisognosi? Questo è falso. Questo è giusto quello che la propaganda comunista ha sempre voluto far credere per decenni, quando nella realtà quel regime affamava i popoli. Chi non condivide quell’ideologia non cada in quel tranello.

  2. SMART city, forse SALA si riferisce alla SMART, auto piccola da città….. Quindi piccola città con piccoli problemi…. I piccoli milanesi in difficoltà possono aspettare??????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.