Coronavirus. De Chirico (FI): polemiche di Sala stucchevoli, mandi i ghisa a controllare le strade

Milano

Le polemiche del sindaco Sala, spettatore inerte dal bunker di Palazzo Marino, sono davvero stucchevoli. Dopo 40 giorni non ha ancora capito che la competenza di reperire e consegnare le mascherine è della Protezione Civile. Dall’inizio dell’emergenza, l’Ente guidato da Borrelli ha clamorosamente toppato due ordini per un totale di 870.000 mascherine.

Il sindaco chiede lumi sulla gestione dei tamponi al personale medico. Con tutto il tempo libero che ha a disposizione potrebbe facilmente reperire le delibere della Regione dove leggerà che al personale sanitario viene misurata la temperatura in entrata e in uscita e solo con 37,5° C si procede al tampone. Tamponi che non possono essere fatti a chiunque perché manca il reagente e perché i laboratori d’analisi sono pochi rispetto alla regione più popolosa d’Italia (il doppio del Veneto e poco più del doppio dell’Emilia Romagna). La strategia di Regione Lombardia è quella di trattare tutti quelli che manifestano sintomi della pandemia, dal raffreddore in su, come COVID-19. Se si facessero tamponi oggi a chicchessia non è detto che domani sarebbe ancora negativo. Queste sono le indicazioni dell’ISS.

Anche per le RSA sono state emanate linee guida molto chiare che evidentemente non sono state rispettate all’interno delle strutture (per la maggior parte private). Sala si è preoccupato di chiedere spiegazioni agli enti gestori delle cinque residenze per anziani di proprietà del Comune? Non mi risulta. Tutte domande a cui il sindaco non dà risposte come alle mail inviategli in cui ho cercato di suggerire azioni da intraprendere visto che il Consiglio comunale è chiuso. Chi fa può sbagliare e in un’emergenza del genere è umano. Solo chi rimane alla finestra non commette errori. È per questo che Peppe Spritz, preoccupato dai suoi capelli che crescono, dopo la gaffe della #Milanononsiferma, ha deciso di non muovere più un dito per i milanesi? Ad esempio, oggi i numeri dicono che il traffico automobilistico, rispetto a ieri, è aumentato dell’1%. Girano il 37% dei veicoli. Anziché scrivere lettere, perché il sindaco non firma una delibera per richiamare in servizio i ghisa messi in ferie obbligate per pattugliare il territorio?

Alessandro De Chirico
Consigliere comunale
Forza Italia Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.