Emergenza Covit-19 . E’ partito “Milano aiuta”, percorso telefonico dedicato agli over 65

Milano Milano Solidale

In questi giorni di emergenza coronavirus tutti sollecitano la cittadinanza a stare in casa e seguire le prescrizioni, a maggior ragione i più anziani, i più fragili. Ma come possono cavarsela con la spesa e le medicine?

Oltre alle reti di solidarietà tra vicini e moltissimi volontari che si propongono con fogli agli ingressi dei condomini, o sui social network, è attivo da giorni il servizio promosso da Energie Sociali Jesurum, LloydsFarmacia e Coop Lombardia con il Comune di Milano, che offre ai cittadini la consegna gratuita dei farmaci per tutto marzo e per gli over 65 anche la spesa a domicilio.

Ma chi, fra gli anziani, non sa o non può usare il computer o lo smartphone come può richiedere la spesa? Questa è una difficoltà non da poco. Per i farmaci, infatti, bisogna contattare al telefono la farmacia Lloyds più vicina, mentre per la consegna gratuita della spesa bisogna collegarsi alla rete (www.e-coop.it/web/coop-lombardia/supermercato24).

“Milano aiuta”, un percorso del contact center del Comune di Milano è dedicato agli anziani e alle persone fragili più a rischio in caso di contagio da Coronavirus.
Chiamando lo 02.02.02, dalle 8 alle 20 dal lunedì al sabato, si potranno ottenere informazioni sulle offerte che la città ha messo in campo per affrontare l’emergenza dovuta alla diffusione del Covid-19.

Come riporta il Corriere “Dei 316mila over 65 residenti a Milano, mille in condizioni di fragilità già ricevono i pasti ogni giorno a casa e circa 30mila in totale sono seguiti dai Servizi sociali. Tutti possono fare riferimento ai Custodi sociali del proprio quartiere oppure rivolgersi allo 02.02.02 che è comunque sempre attivo. «Noi ci siamo messi subito in moto spiega Michela Jesurum di Energie sociali Jesurum pensando a come aiutare i più fragili: medicine e cibo sono le necessità primarie. Le due aziende, Lloyds e Coop Lombardia, ci hanno subito detto ‘sì’. Così tutto è partito a tempo di record, con il supporto indispensabile dell’assessorato alle Politiche sociali del Comune». “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.