Ecco come affrontano l’emergenza Coronavirus nelle case di riposo per anziani.

Milano

La sola regola universale è il divieto di accesso, in tutto il territorio nazionale, per ospiti, operatori e familiari della provincia di Lodi, ma anche per chi mostra sintomi influenzali o di raffreddamento. Per il resto, come detto, è scelta di ogni singola struttura regolare le entrare e le visite.

Korian, multinazionale francese che gestisce 44 case di riposo in tutta Italia, ha ad esempio previsto un termo-scanner all’ingresso per controllare ls temperatura, e nelle Rsa lombarde e venete è stato vietato l’accesso ai minori di dodici anni. Infine, ogni visitatore deve rispondere a un questionario. Dopo l’ultimo decreto, però, il gruppo ha deciso di chiudere tutte le strutture fino a nuovo ordine, derogando però eventuali eccezioni ai singoli direttori.

Anche Kos- Case di riposo Anni Azzurri, ha fatto sapere di aver limitato l’ingresso a una sola persona al giorno per ospite e “solo in casi improcrastinabili”; sono stati inoltre imposti il lavaggio delle mani e la limitazione delle zone cui i visitatori hanno accesso. Anche Kos, come Korian, ha poi previsto un questionario dove si accerti l’assenza di sintomi influenzali e viene chiesto se si hanno avuto contatti con casi sospetti o confermati di coronavirus, oppure con persone residenti nelle zone rosse o che lì hanno transitato o sostato.

La Fondazione don Angelo Bellani e a Casa Cambiaghi, a Monza, ha invece sospeso gli ingressi e chiuso il centro diurno, ed è stata rivista la programmazione delle iniziative di aggregazione, cui generalmente partecipa un alto numero di persone. “Preferiamo organizzare attività con pochi ospiti per volta” hanno fatto sapere dalla direzione.

Queste misure precauzionali sono ovviamente mirate a preservare al massimo la salute degli ospiti più anziani, che però, a conti fatti, si ritrovano abbandonati a se stessi e privati dell’affetto dei familiari; per questo, occorre ripensare a metodi “alternativi” per non far sentire soli gli anziani che si ritrovano nelle Rsa.

Dal blog roba da donne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.