Al via un bando: contributi alle imprese che aprono in periferia

Milano

Il fine è quello di migliorare la qualità di vita nelle zone periferiche, animandole grazie all’apertura di imprese di prossimità o negozi di vicinato che abbiano almeno una vetrina su strada. Per questo «Prossima Impresa», il provvedimento approvato dalla Giunta, mette a disposizione 1,6 milioni di euro per chi vorrà far nascere la propria attività nelle aree meno centrali: da Quarto Oggiaro a Lambrate, da Adriano a Gratosoglio,  dalla Barona alla Bovisa come al quartiere Vigentino o al Lorenteggio.

Secondo i dati della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, nei primi 7 mesi dell’anno sono 9.221 le imprese iscritte in città di cui 4.564 nelle periferie. Le imprese attive in zone più decentrate arrivano a 103mila attività su 210mila.

Marco Barbieri, segretario generale di Confcommercio Milano, sottolinea la collaborazione, per la realizzazione del bando, della Camera di commercio con il Comune di Milano.  “Sulle periferie – afferma Barbieri – dobbiamo proseguire in questa sinergia fra istituzioni e mondo imprenditoriale per mettere in campo misure che siano davvero in grado di incidere su realtà complesse con situazioni molto difficili da cambiare in poco tempo. Dare nuove opportunità di aprire o migliorare un’attività con vetrina su strada significa accrescere la qualità di vita dei quartieri periferici: più sicurezza, vivibilità, decoro urbano, possibilità di nuove infrastrutture, eventi di aggregazione”.

Saranno premiati progetti che, con il recupero di spazi abbandonati e la scelta di vie con poche attività commerciali, contribuiscono alla riqualificazione urbana e al presidio dei quartieri, creando coesione sociale e opportunità di lavoro per la zona.

1 milione dei 1.6 previsti è destinato a finanziare nuove imprese, mentre 500mila sono per quelle già costituite. Per le aspiranti donne imprenditrici poi ci saranno premialità aggiuntive.

Ci sarà un contributo a fondo perduto sino al 25 per cento della spesa complessiva, inoltre  sarà possibile accedere a un finanziamento a tasso agevolato per l’altro 25 per cento per un ammontare totale non superiore a 50 mila euro per ogni progetto.

I contenuti del bando appariranno nei prossimi giorni sul portale www.comune.milano.it. Tutta la modulistica per accedere ai finanziamenti sarà invece disponibile da metà settembre e fino al 19 novembre potranno essere presentate le domande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.