Continuano le frenate in metrò. Ma PD boccia l’abbonamento indennizzo per aggressioni e infortuni

Fabrizio c'è Milano

Negli ultimi 2 giorni  2 frenate violente e una signora è finita in ospedale. Proprio mentre Sala continua a pretendere l’aumento del biglietto, ATM non è ancora venuta a capo del motivo per cui  i treni in automatico effettuano frenate improvvise con cadute e panico tra i passeggeri.

Eppure ieri quando Forza Italia ha proposto che ATM regalasse un abbonamento annuale alle vittime di aggressioni o di infortuni all’interno di stazioni e treni MM o in mezzi di superficie ATM , il PD ha bocciato la proposta affermando che era ridicola e che era inapplicabile perchè avrebbe generato abusi..

In realtà era non solo una forma di attenzione, utilizzata da altri vettori di trasporto,  per i propri utenti che si aggiungeva a eventuali indennizzi per cause comprovate . Ma anche un  un modo per mantenere legato al trasporto pubblico chi ha subito delle disavventure.

Purtroppo però la logica del PD non è quella di tutelare gli utenti ATM da incidenti e aggressoni  violente ma sempre quella di considerare i passeggeri come sudditi senza diritti e contribuenti da spremere.

1 thought on “Continuano le frenate in metrò. Ma PD boccia l’abbonamento indennizzo per aggressioni e infortuni

  1. Ovviamente i sudditi da spremere sono quelli che pagano regolarmente il diritto a viaggiare.
    La massa di persone, che fruisce del servizio pubblico senza pagare deve rimanere nell’ombra, poiché il bilancio dell’ATM e in attivo non serve adottare ulteriori misure di sicurezza, sarebbe un delitto. Le persone che si fanno male “devono” capire che, comunque, ricercare le problematiche porta via tempo pertanto occorre aumentare il costo del biglietto. Bha………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.