Ricattata per foto osé, ragazzina 13enne minaccia il suicidio

Cronaca

Una bruttissima esperienza, di quelle destinate a lasciare cicatrici difficilmente rimarginabili è stata vissuta da una ragazzina di Lodi. La 13enne, ricattata da un ragazzo di 15 anni per alcune foto osé, ha meditato di suicidarsi a scuola, a Lodi. Forunatamente prima di farlo ha lasciato un bigliettino ad un’insegnante e questo ha permesso di salvarla e di scoperchiare l’intera vicenda.

Al suo arrivo la polizia ha scoperto che un ragazzo, a cui lei stessa aveva mandato via WhatsApp foto intime, da tempo la ricattava minacciando di mostrarle ai genitori. Le foto in questione erano comunque già circolate fra i ragazzi.

Il ragazzo è stato denunciato per estorsione e diffusione di materiale pedopornografico, mentre la 13enne che pensava al suicidio è stata ricoverata in ospedale, nel reparto pediatria dove è sotto osservazione dopo il grave choc subito.

I medici incontreranno la preside della scuola media di Lodi frequentata dalla ragazzina per definire insieme una linea di comportamento da tenere dopo che sarà dimessa. “La giovane – ha spiegato la dirigente – ha subito un forte choc. Si tratta di una ragazza che era sempre andata bene a scuola e non aveva avuto mai nessun problema. La nostra scuola, proprio quest’anno, si era impegnata per far conoscere agli studenti i pericoli del web, di Internet. E li aveva anche ammoniti, con lezioni tenute dalla polizia, sui risvolti penali di un’uso cattivo di questi strumenti. Una situazione del genere non ce la saremmo mai aspettata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.