Sindrome di Down: stile di vita e valorizzazione delle differenze

Scienza e Salute

AL CENTRO DELLA TAVOLA ROTONDA PROMOSSA DALL’ISTITUTO DIPLOMATICO INTERNAZIONALE.

Obesità, diabete, osteoporosi, difficoltà nella masticazione, problematiche motorie, sono solo alcune delle patologie più frequenti nella Sindrome di Down. L’analisi delle problematiche fisiche e dell’alimentazione, in una parola dello stile di vita delle persone con questo tipo di disabilità, sono al centro della tavola rotonda La cultura dell’attività fisica e dell’alimentazione nella Sindrome di Down che l’Istituto Diplomatico Internazionale promuove sabato 9 marzo alle ore 18 presso la sala Teresa Sarti Strada (pad.3, Area Pace e Partecipazione) nell’ambito della 16a edizione di Fa’ la cosa giusta! (8-10 marzo) e a cui partecipano autorevoli esperti del settore.

All’incontro, moderato da Vittorio Labanca, Direttore de L’eco dell’Alto Molise, interverrà il Dott. Luca Di Tolla, nutrizionista di campioni dello sport come Filippo Magnini, Luca Dotto ed Elena Linari, con una relazione dal titolo L’alimentazione nella Sindrome di Down. Al Dott. Raffaele Pacchetti, responsabile dell’Unità Operativa Medicina dello Sport e stili divita “Promozione della salute” per l’ATS Insubria, spetterà invece spiegare la necessità di Muoversi per stare bene, ossia come una costante attività fisica sia strumento di benessere per ciascun individuo, normodotato o diversamente abile sia fisico che intellettivo.

Tematiche pratiche legate all’obiettivo di recupero e sostegno del corpo e della mente, ma anche modelli di vita salutari basati sulla socializzazione e compartecipazione nelle varie attività quotidiane, a partire dalla cucina. Su questo punterà l’attenzione lo chef salutista Nicola Michieletto, da sempre orientato alla realizzazione di pietanze terapeutiche, con il suo intervento La complicità tra i ragazzi e lo chef-operatore nell’approccio operativo in cucina come metodo di formazione culturale al cibo e all’alimentazione.

E’ sempre l’armonia e la valorizzazione delle differenze di cui ciascuno è portatore l’obiettivo di Franco Antonio Pinardi, Presidente Nazionale del Tribunale Arbitrale per l’Impresa, il Lavoro e lo Sport, TAILS, che parlerà de La diversa abilità quale valore primario. Pinardi, insignito di numerose onorificenze e lauree honoris causae per la sua attività in campo giuridico, sociale, etico e umanitario a livello internazionale, tratterà proprio il tema della diversità che caratterizza tutti gli individui e su cui si deve formare “la cultura e la ricerca dell’altro”, alla base di ogni società pacifica che tutela i bisogni e i diritti del prossimo.

Sabato 9 marzo 

ore 18

La cultura dell’attività fisica e dell’alimentazione nella Sindrome di Down

Tavola rotonda

Pad. 3, Area Pace e Partecipazione, sala Teresa Sarti Strada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.