Una testimonianza a Lambrate: rapina nella tabaccheria in viale delle Rimembranze

Cronaca

Milano 25 gennaio – Nel cuore della vecchia Lambrate secondo colpo nel giro di una settimana. Erano poco più delle 19:00 di lunedì 21 gennaio quando l’uomo di alta statura e dalla corporatura asciutta è entrato nella rivendita col volto interamente coperto da un cappello e da uno scaldacollo e con le mani avvolte nei guanti (forse a nascondere qualche segno identificativo o per evitare di lasciare impronte scomode). Ha agito a colpo sicuro da vero professionista. Sfruttando la cattiva illuminazione delle strade, la mancanza di vigilanza sul territorio e il fatto che nel negozio ci fossero solo donne, ha agito totalmente indisturbato.

In 32 secondi, il malvivente dall’accento magrebino, ha avvisato le due proprietarie che non avrebbe fatto loro del male se avessero collaborato, le ha raggiunte dietro al bancone, ha aperto i cassetti, si è impossessato dell’incasso contenuto, volatizzandosi poi verso la via Conte Rosso da dov’era arrivato. Non ha prelevato sigarette, valori bollati o gratta e vinci, dimostrando interesse solo per i contanti. La Polizia, avvisata dalle clienti presenti, è arrivata nel giro di 10 minuti ma non ha potuto far altro che raccogliere la deposizione dell’accaduto.

Post Lambrate informata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.