lavoro

La crisi morde ancora, 1500 posti di lavoro a rischio in Lombardia

Economia e Diritto

La situazione dell’Ilva e i dazi posti dal presidente americano Donald Trump, insieme alla fine della Cassa integrazione di grosse aziende del settore metalmeccanico, mettono a rischio, in Lombardia, 1500 posti di lavoro. Lo rivela il Rapporto semestrale dell’Osservatorio Regionale della crisi e dell’occupazione, analizzata oggi a Milano, per quanto riguarda il settore metalmeccanico, dalla Fim Cisl Lombardia in una conferenza stampa. La ripresa non decolla, e a dimostrarlo sono i numeri diffusi dal sindacato: nel primo semestre 2018 sono state colpite dalla crisi 325 aziende e 8448 lavoratori mentre è stabile il numero delle imprese coinvolte nella cassa integrazione ordinaria: 267 contro le 263 del semestre precedente e 2.000 persone sono in Cigs o mobilità. “Nonostante la ripresa il mercato non è in grado di riassorbire chi ha perso il lavoro – ha dichiarato Andrea Donegà, segretario generale della Fim Cisl Lombardia – Con l’autunno avremo il problema della fine della cassa integrazione per alcune importanti aziende lombarde”. Tra queste vengono segnalate la Candy di Brugherio e l’Electolux di Solaro, nel milanese: “Ci sono tavoli aperti al Ministero per chiedere la proroga della cassa integrazione straordinaria – continua il segretario della Fim – perché parliamo, per questi due grossi casi, di circa 300 posti di lavoro a rischio per entrambe”. Il settore metalmeccanico, che rappresenta il 52% dell’export italiano, deve affrontare due grossi punti di domanda: “In primo luogo la vertenza dell’Ilva, che a causa del crollo della produzione dell’acciaio costringe le aziende italiane ad approvvigionarsi all’estero, rischiando di spingere il nostro sistema paese ai margini – ha proseguito Donegà – Secondariamente la questione dei dazi imposti da Trump potrebbe spingere i prodotti cinesi nel mercato europeo e anche italiano, facendo concorrenza alle nostre aziende”.

Milano Post

Milano Post è edito dalla Società Editoriale Nuova Milano Post S.r.l.s , con sede in via Giambellino, 60-20147 Milano.
C.F/P.IVA 9296810964 R.E.A. MI – 2081845

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.