Dalla Regione Lombardia “semplificazione” alla burocrazia

Lombardia

Rendere più semplice e meno costosa la partecipazione ai bandi regionali;

mettere a disposizione di imprese edili e attività commerciali una modulistica regionale standardizzata;

ridurre i tempi di rilascio dell’autorizzazione unica ambientale (AUA);

mettere nelle condizioni cittadini ed Enti locali di effettuare pagamenti verso la Pubblica amministrazione on line tramite lo SPID, sistema pubblico per l’identità digitale.

Sono questi alcuni degli obiettivi previsti dalla Risoluzione in materia di semplificazione approvata ieri pomeriggio a maggioranza (i gruppi di minoranza si sono astenuti) dal Consiglio regionale.
Il documento, illustrato dalla Presidente della Commissione “Affari istituzionali” Alessandra Cappellari (Lega), impegna la Giunta regionale a proseguire le azioni di semplificazione in particolare negli ambiti istituzionale, economico, sanitario e territoriale, valutando anche l’eventualità di specifici interventi di tipo legislativo. “Il tema della semplificazione è sempre un tema di particolare attualità che vede il Consiglio sensibile e attento – ha evidenziato la consigliera Cappellari -. Tra i punti indicati come prioritari, abbiamo voluto porre l’accento soprattutto sulla necessità di semplificare e favorire l’accesso ai bandi, dando così un segnale forte di attenzione e vicinanza”.

Il Presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi, ha voluto sottolineare come “uno dei primi obiettivi di questa legislatura dovrà essere quello di liberare il cittadino dai lacci della burocrazia, agevolando e semplificando dal punto di vista normativo anche il lavoro degli Enti locali e dei Comuni. Su questo aspetto il ruolo del Consiglio sarà fondamentale e una delle priorità dell’azione legislativa sarà quella di riorganizzare e semplificare le norme che già esistono, perché i cittadini non ci chiedono nuove leggi, ma di rendere più semplici, chiare e rispondenti ai bisogni quelle che già esistono”.

Sostegno ai contenuti della Risoluzione è stata dichiarata anche dall’Assessore al Bilancio e semplificazione, Davide Caparini, che ha annunciato entro l’autunno la presentazione di un primo pacchetto per la semplificazione normativa ed entro la primavera un portale unico per i bandi regionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.