In Galleria più ricorsi al Tar che negozi

Fabrizio c'è Milano
La telenovela della Galleria prosegue. Nuova tappa l’assegnazione del negozio un tempo occupato da Camicie Nara. Il Negozio è stato aggiudicato a Yves Saint Laurent con una offerta monstre di 1milione di affitto per 82 mq. Subito è partito l’ennesimo ricorso al Tar perché  il secondo arrivato, le calzature Moreschi, dicono non sia stato ben valutata nel punteggio la “italianità” .
Su Galleria le Giunte di Pisapia e Sala hanno fatto un gran pasticcio utilizzando una modalità diversa per ogni  esercizio. C’è chi ha il rinnovo diretto, chi la prelazione, chi deve fare la gara, chi ottiene lo spazio tramite sponsorizzazione. Questo ha determinato  che vi siano piu ricorsi al Tar che negozi!
La filosofia della Giunta in materia è questa: forti coi deboli (bar, ristoranti, negozi storici) che vengono obbligati a fare gare per potere rinnovare i contratti, mentre è debole coi forti (grandi marchi e hotel)  a cui sono consentiti rinnovi automatici, aggiudicazioni senza gara e morosità  nei pagamenti. Il festival dell’ arbitrio!
Da tempo abbiamo indicato la via di uscita da questo ginepraio. Anziche affidarci alla discrezionalità dell’Assessore di turno si faccia invece un regolamento che fissa i criteri (qualità, storicità, diversità di merceologie e servizi) per l’assegnazione degli spazi in Galleria e negli altri immobili storici e di pregio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.