Fitto (Noi con l’Italia): non capisco euforia, tutto uguale a prima

Economia e Politica

“Un’euforia al quanto eccessiva arriva da Bruxelles. Il Consiglio Europeo nella notte di fatto ha confermato che i salvataggi avvengono a ‘a norma del diritto internazionale’ (ovvero le navi devono attraccare nel porto sicuro più vicino) e i centri di accoglienza sono ‘su base volontaria’, così come redistribuzione (vale a dire che nessuno può obbligare nessuno ad accogliere e tenere sul proprio
territorio immigrati). Insomma resta in vigore il Trattato di Dublino”. Lo afferma in una nota il presidente nazionale di Noi con l’Italia, Raffaele Fitto. “Una sola cosa è cambiata: l’Italia – evidenzia Fitto – è andata a Bruxelles pensando che il “nemico” fosse la Francia e ha preso atto che i nemici sono, invece, esattamente quelli che reputavamo amici di Paesi Visegrad (Ungheria, Austria…) che
chiaramente vogliono la chiusura delle frontiere, ma soprattutto non vogliono immigrati e hotspot sul loro territorio. Dalle parti nostre si dice che vogliono la botte piena e la moglie ubriaca, ma il vino lo paga l’Italia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.