Milano paradiso degli “urban farmers”: orti pubblici oltre quota 70 mila metri

Milano

Milano 31 Maggio – Con 74 mila metri quadrati Milano si conferma la prima città della Lombardia per spazi dedicati agli orti urbani. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti di Milano, Lodi e Monza Brianza su dati Istat.

A questi – spiega la Coldiretti interprovinciale – si aggiungono le aree private e i circa 300 spazi coltivati “nascosti” in nidi, scuole dell’infanzia e primarie della città, indicati dal Comune di Milano come risultato di numerosi progetti di educazione al rispetto ambientale e a una corretta alimentazione.

Secondo un’indagine Coldiretti/Ixè 6 italiani su 10 amano coltivare all’aperto verdure, piante e fiori in vaso. Nel capoluogo lombardo – continua la Coldiretti – la superficie a disposizione degli “urban farmers” è cresciuta di oltre 5 mila metri quadrati in un anno (+8%). “La passione per l’orto non riguarda più solo i pensionati – spiega Alessandro Rota, presidente della Coldiretti Milano, Lodi e Monza Brianza – ma coinvolge sempre più giovani e famiglie, anche perché è un modo per far capire ai più piccoli come nascono la frutta e la verdura che ogni giorno mangiamo”.

Anche la Coldiretti Milano, Lodi e Monza Brianza ha promosso quest’anno in una decina di istituti primari e secondari sul territorio della Città metropolitana di Milano e nella provincia di Monza Brianza un progetto di educazione alimentare che ha raggiunto più di mille studenti tra i 6 e i 14 anni e che si è concluso con una grande festa nella quale un tutor dell’orto ha spiegato agli alunni i segreti della coltivazione domestica.

1 thought on “Milano paradiso degli “urban farmers”: orti pubblici oltre quota 70 mila metri

  1. Essendo Milano una città molto inquinata vorrei sapere se il cibo prodotto negli orti e ‘ stato esaminato dal punto di vista dell’inquinamento e cosa ha prodotto l’esame ? Lo mangiamo tranquilli ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.