Sorpresa (ma forse no) Uno su tre preferisce Fido al proprio partner. Lo studio inglese: i padroni si sentono più capiti da cane o gatto che da mogli o mariti

Zampe di velluto

Non ci giudicano e attirano coccole. Così passiamo più tempo con loro.

Ci sono molti motivi per cui l’unione tra due sposi, compagni o, partner può incrinarsi e, pian piano, andare a rotoli. Magari è una banalità: lui russa e allora camere divise. Si comincia così, per scoprire che poi tanto male, da soli, non si sta. O meglio ancora, invece che da soli, con il proprio quattro zampe al posto del partner. È quanto emerge da una recente ricerca inglese, riportata dall’ Independent, il cui risultato finale è piuttosto scioccante, perché più di un terzo dei proprietari preferisce i propri animali domestici alla persona con cui fanno coppia. Per quasi la metà dei 2 mila intervistati dai ricercatori, il motivo della scelta di passare il tempo con due orecchie pelose sta nel fatto che il proprio cane o gatto non si lamenta, non risponde mai male ed è sempre di buon umore.

Tre adulti su 10 hanno risposto che il proprio animale domestico li sa «ascoltare» molto meglio del partner, mentre quasi la metà mette in rilievo il fatto di non essere giudicato o inquisito dal proprio cane o gatto, con domande  spesso irritanti. Sempre proseguendo in questa sorprendente (anche per i ricercatori) statistica,per il 29 per cento l’amico a quattro zampe è molto più bravo a fare le coccole e ad attirarle e finisce che il 44 per cento di chi ha partecipato al sondaggio preferisce accarezzare il setoso mantello di un gatto o di un cane, piuttosto che la pellaccia, magari sudata, della «dolce» metà. C’è di più. Il 40 per cento dei proprietari di animali d’affezione ammette di dedicare molta più attenzione, su base giornaliera, al proprio «peloso» piuttosto che al proprio partner e questi viene relegato all’altra parte del letto quasi tutte le sere, mentre, se il cane o il gatto si avvicinano per una razione di coccole non vengono allontanati, ma ne ricevono un’abbondante dose. Hannah Edwards, Senior Marketing Manager di Freshpet, che ha condotto la ricerca tramite OnePoll.com, ha dichiarato: «Alcuni dei risultati di questa indagine sono sicuramente sorprendenti , ma, se qualcuno aveva qualche dubbio ora si convinca che noi inglesi amiamo i nostri animali domestici perché sono una parte molto importante della nostra famiglia.

Che poi questo significhi usare i nostri amici a quattro zampe come confessionale per i nostri problemi, coccolarli sul divano in un momento di riflessione, o semplicemente trascorrere assieme del tempo perché ci trasmettono un affetto incondizionato, questa è la semplice realtà dei fatti». Posti di fronte alla decisione di vivere con il proprio partner o con il proprio pet per il resto della vita, il 14 per cento ha scelto il cane o il gatto. Vero che la maggior parte degli adulti trascorre 20 minuti in più al giorno con il proprio partner, ma vero anche che il 30 per cento ammette candidamente di pensare di più al cane o al gatto quando si trova lontano da casa. L’amore della nazione inglese per i suoi animali domestici è evidente, anche perché il 42 per cento li bacia e li coccola più di chiunque altro e un terzo pubblica più foto di se stessi con il proprio compagno a quattro zampe sui socia!. Un proprietario su 10 ha in programma di andare a fare una passeggiata speciale con il proprio animale domestico il 14 febbraio, mentre uno su 20 guarderà un film assieme a lui. C’è solo un lato «negativo» per Fido e Silvestro: solo il 6 per cento gli farà un regalo un regalo per San Valentino. Non è chiaro se valgano più le coccole della scatola di cioccolatini confezionata per il partner, ma forse è bene non indagare troppo.

Oscar Graziali  (Il Giornale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.