Oggi giovedì nero per i trasporti: stop a metro Atm e treni Trenord. Tutti gli orari

Cronaca

Milano 8 Marzo – Metro, autobus, tram, treni: tutti potenzialmente fermi e tutti in contemporanea. La giornata odierna rischia di trasformarsi davvero in un giovedì nero visto che andrà in scena lo sciopero generale dei lavoratori indetto da Usb – unione sindacale di base – e Usi, unione sindacale italiana.

I maggiori disagi dovrebbero verificarsi per i pendolari che si affidano al trasporto pubblico locale: i mezzi di Atm e Trenord, infatti, potrebbero fermarsi paralizzando una città che inoltre dovrà fare i conti con due cortei che attraverseranno gran parte delle vie del centro, dove resterà attiva Area C.

Sciopero Trenord a Milano: orari

I primi a iniziare lo sciopero saranno i dipendenti Trenord, che potranno incrociare le braccia dalla mezzanotte  fino alle 21.

“Il servizio regionale, suburbano, aeroportuale, così come la lunga percorrenza di Trenord – l’avviso di Trenord – potrebbero subire ritardi, variazioni e cancellazioni”. I treni, ha informato la stessa azienda, rispetteranno le fasce di garanzia 6-9 e 18-21: quindi i convogli che viaggiano nelle due finestre orarie circoleranno regolarmente.

Sciopero Atm a Milano: orari

Alle 8.45, invece, potrebbe iniziare la “serrata” di autobus, tram e metropolitane Atm.

I mezzi – ha reso noto Atm – potrebbero fermarsi dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio proprio nel giorno in cui a Milano è prevista la sfida di Europa League Milan-Arsenal, che causerà anche la chiusura delle stazioni di Segesta e San Siro della M5.

Come se non bastasse, diverse linee di superficie cambieranno il loro percorso per permettere l’afflusso e il deflusso degli spettatori da San Siro. E da questura e prefettura è arrivato anche il provvedimento di chiusura della stazione del metrò Duomo dalle 10 alle 18 sempre per la presenza dei tifosi inglesi.

Sciopero Trenitalia e Italo: treni garantiti

Guai in vista anche per Trenitalia e Nuovo trasporto viaggiatori – l’azienda che gestisce i treni ad alta velocità di Italo -. I dipendenti delle due sigle, sempre su “invito” di Usb e Usi potranno incrociare le braccia dalla mezzanotte alle 21 per lo sciopero generale.

Sia Trenitalia, sia Italo hanno già pubblicato una lista con i treni garantiti.

Sciopero, taxi regolari a Milano

Lavoreranno regolarmente, invece, i tassisti, nonostante la stessa Usb avesse incluso anche i conducenti delle auto bianche nelle categorie pronte a protestare.

“Pur condividendo le ragioni di fondo dell’iniziativa – ha spiegato Pietro Gagliardi, delegato taxi dell’unione artigiani di Milano -, l’intera categoria non ha aderito al fermo, sia perché non autorizzato, sia proprio per consentire alle donne di muoversi liberamente in città in modo sicuro nella giornata internazionale a loro dedicata”.

I motivi dello sciopero generale

E a giustificare lo sciopero – ha spiegato Usb in una nota – è proprio “la lotta contro ogni discriminazione di genere e ogni forma di violenza maschile sulle donne”.

“In tutte le città d’Italia – ha annunciato la sigla sindacale – ci saranno azioni, picchetti, piazze tematiche, presidi durante la mattina e cortei pomeridiani” per “uno sciopero contro la violenza maschile sulle donne, contro la mancanza di finanziamenti e riconoscimento dei Centri Antiviolenza, contro la chiusura degli spazi delle donne, contro l’obiezione di coscienza nei servizi sanitari pubblici” e per chiedere e rivendicare “il diritto ad un welfare universale, al reddito di autodeterminazione, alla casa, al lavoro, alla parità salariale, all’educazione scolastica, a misure di sostegno per la fuoriuscita dalla violenza”.

 

Non solo sciopero e rischio blocco dei mezzi, però. Perché Milano sarà anche teatro di due cortei che in due diversi momenti della giornata si terranno in centro.

 Il primo – organizzato dalle sigle studentesche – partirà alle 9.30 da Largo Cairoli al grido di “Lottomarzo sta arrivando”. Alle 18, invece, ci sarà una seconda manifestazione – organizzata dal “collettivo” femminile “Non una di meno” – che partirà da piazza Duca d’Aosta.

 

(Milanotoday)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.