Moschea (abusiva) di via Faa di Bruno, islamici sempre più arroganti

Milano

Milano 6 Gennaio – “Siamo addirittura arrivati all’auto-promozione, con tanto di indicazioni e consigli per gli ‘utenti’. E’ pazzesco, questo posto dovrebbe essere chiuso, invece i ‘gestori’ fanno pubblicità facendo sapere che è aperto tutti i giorni”. Lo segnala il Presidente del Municipio 4 Paolo Guido Bassi insieme ai suoi consiglieri Francesco Rocca ed Emanuela Bossi, presidente e vice della Commissione sicurezza. Il cartello, raccontano, “ci è stato trasmesso dai residenti dello stabile, che ormai da anni soffrono la presenza di questo luogo di culto musulmano giudicato abusivo da ben due documenti dei competenti settori del Comune. Non solo non è ancora stato sgomberato – lamentano – ma ora si autopromuove. Pare davvero – osservano – che certi gruppi islamici presenti in città stiano diventando sempre più arroganti. Qualche giorno fa il corteo che ha scandito frasi e slogan di odio verso Israele e ora la moschea irregolare che promuove le sue attività. Sembra che a Milano credano di avere la possibilità di fare tutto quello che vogliono, in spregio delle nostre regole di convivenza e della nostra sensibilità. Come già ho chiesto in passato – conclude Bassi – mi auguro che Palazzo Marino faccia sentire la propria voce e ripristini la legalità in questo stabile. Non tanto per dare seguito alla delibera approvata dal Municipio 4 in questa direzione, ma per rispondere alle legittime (e fin ora inascoltate) richieste dei residenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.