Nuovi padiglioni e logistica. Ok al piano di ristrutturazione per il rilancio dell’Ortomercato 

Milano

Milano 12 Dicembre – Ok alla riqualificazione dell’ortomercato. E stata esaminata dalla Giunta la «Proposta per il nuovo Padiglione Ortofrutta» di via Cesare Lombroso-viale Molise, presentata da SoGeMi. Il Piano di rilancio dei Mercati all’ingrosso, che permetterà la ristrutturazione degli spazi e l’ammodernamento della gestione operativa, verrà ora sottoposto al Consiglio per l’approvazione definitiva. Il piano, ricorda il Comune, «è stato realizzato coinvolgendo i Grossisti sia sugli aspetti tecnici sia sulla determinazione delle nuove tariffe, che sono state stabilite tenendo conto della futura infrastruttura moderna che consentirà, inoltre, a SoGeMi un più efficace presidio degli accessi e un maggior controllo della legalità. Lo Studio di fattibilità tecnico-economica prevede la realizzazione di una piattaforma logistica di circa 14.400 metri quadrati (con temperatura controllata a 0 a 16 gradi), la demolizione in più fasi – durante l’avanzamento dei lavori – di tre degli attuali padiglioni del Mercato Ortofrutta con la realizzazione di due nuovi padiglioni di circa 75mila metri quadrati che ospiteranno 214 punti vendita, con personalizzazioni a carico degli Operatori.

Il costo stimato perla riqualificazione è di 94,6 milioni di euro ripartiti tra SoGeMi (10 milioni di autofinanziamento e 45,6 milioni di euro mediante ricorso a debito bancario) e il Comune (da un minimo di 39 milioni a un massimo di 49 milioni a titolo di aumento di capitale sociale, in base alla possibilità dell’autofinanziamento di 10 milioni di euro della società). Nello Studio si stima un incremento di circa il 70% della tariffa annuale per gli operatori del Nuovo Padiglione Ortofrutta a decorrere dal 2021 (da 75 euro/mq annui a 130 euro/mq), a fronte di un miglioramento dei servizi e di una riduzione dei costi. Inoltre è stato stimato in 95 euro/mq anno, dal 2019, il ricavo derivante dalla nuova Piattaforma Logistica, che funzionalmente sostituirà le attuali tettoie.

Per garantire a SoGeMi l’accesso al finanziamento bancario, la Giunta ha stabilito, oltre all’aumento di capitale sociale, anche il conferimento in proprietà di aree ed edifici attualmente in diritto di superficie: una convenzione ne garantirà l’utilizzo per finalità di interesse generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.