A Milano arriva il drone-robot Yape, la nuova frontiera delle consegne

Cronaca

Milano 16 Luglio – Potrebbe essere la risposta tutta italiana al «delivery robot» che Yelp utilizza da qualche tempo a San Francisco per consegnare i pasti. Si chiama Yape, acronimo che sta per Your Autonomous Pony Express, ed è un veicolo elettrico a due ruote studiato per muoversi nelle strette e affollate strade europee per consegnare merce 24 ore su 24.

Il team

A realizzarlo è stata E-Novia, incubatore d’imprese milanese — ma a loro piace definirsi «fabbrica d’imprese» — sostenuto finanziariamente da aziende del calibro di Brembo e Dompé e guidato dal manager visionario classe 1959 Vincenzo Russi. «La tecnologia di self driving di Yape — spiega l’ad — gli consente un’elevata mobilità negli attuali contesti urbani poiché utilizza una rappresentazione digitale aumentata della città che va a incrociarsi con una costante implementazione di algoritmi sviluppati dall’intelligenza artificiale».

Le caratteristiche

Capace di viaggiare sui marciapiedi delle nostre città a passo d’uomo (6 chilometri orari) , su pista ciclabile riesce invece a raggiungere i 20 chilometri orari con un’autonomia di circa 80 chilometri. È dotato di due motori elettrici autonomi (ognuno per ruota) e di una capacità di carico di 70 chilogrammi. Si muove nel traffico grazie a mappe costantemente aggiornate (soprattutto per cantieri, incidenti e imprevisti), mentre la spedizione e la consegna dei pacchi sono certificate da un sistema che mixa credenziali contenute negli smartphone di mittenti e destinatari e una tecnologia di riconoscimento facciale la quale abilita l’apertura del vano.

Il lancio sul mercato

Dopo i test condotti nei mesi scorsi, tutto quindi sembra pronto (autorizzazioni burocratiche permettendo) ai primi test su strada, che secondo E-Novia dovrebbero partire a settembre, per poi inaugurare a dicembre il vero e proprio servizio di consegne in collaborazione, si legge in una nota, «con un importante operatore di e-commerce» per il momento non meglio specificato.

mdelbarba@corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.