Ubriaco, sfuggendo al 118, finisce sotto un taxi. E’ in coma

Cronaca

Milano 6 Giugno – Prima, in preda all’alcol, avrebbe molestato alcuni passanti. Poi, sempre senza capire cosa stava combinando, avrebbe cercato di scappare dai medici e dai volontari del 118 che volevano aiutarlo. Quindi, avrebbe finito la propria fuga scontrandosi con un’auto e cadendo violentemente al suolo.

Drammatico incidente lunedì pomeriggio in viale Lunigiana a Milano, dove un uomo di circa trenta anni – sembrerebbe extracomunitario – è stato investito da un taxi che procedeva in direzione viale Marche.

La vittima, secondo quanto finora ricostruito dalla polizia locale, stava correndo in strada nel tentativo di sfuggire a un equipaggio del 118 intervenuto sul posto dopo la segnalazione – da parte di diversi cittadini – di una persona ubriaca e molesta.

Proprio nel tentativo di allontanarsi dall’ambulanza, però, l’uomo si sarebbe lanciato in strada, apparendo all’improvviso davanti a un tassista, che non ha potuto far nulla per evitare lo schianto.

L’impatto tra l’auto bianca e il trentenne è stato devastante, con la vittima che ha praticamente subito perso conoscenza. Stabilizzato sul posto, l’uomo è poi stato trasportato al Policlinico di Milano, dove ora si trova in coma e in pericolo di vita.

Il conducente del taxi, che ha raccontato di aver visto soltanto all’ultimo secondo il “fuggitivo” sbucargli davanti, si è immediatamente fermato ed è stato già ascoltato dagli agenti della polizia locale. Gli stessi “ghisa” sono ora al lavoro per ricostruire con esattezza la dinamica del dramma. (MilanoToday)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.