La tua voce : L’orgoglio e l’identità di Bruzzano contro la “cattiva” stampa di sinistra

La voce dei lettori Milano

Milano 20 Aprile – Caro Direttore, vivere a Bruzzano non è facile, per quell’immagine difficile da cancellare che vuole

Casa Aler
Casa Aler

la zona abitata dalla mafia. Ma a Bruzzano vive molta gente perbene, gente operosa che sa che cosa vuol dire lavorare sodo e con difficoltà per mantenere la famiglia, gente che ha il senso della condivisione e della solidarietà. Oggi questa gente, me compreso, è fortemente arrabbiato perché ABC il giornalino che esce periodicamente e parla dei fatti successi ad Affori, Bruzzano e Comasina, dipinge la zona come se appartenesse alla mafia. Una disinformazione inaccettabile. Una descrizione vista da sinistra che non tiene conto delle associazioni per disabili che operano per aiutare il prossimo, non evidenzia che è in atto la ristrutturazione delle case Aler voluta dalla Regione, che esiste un glorioso “Bruzzano calcio” già vincitore di due campionati di Lega juniores. Lo sport è molto sentito perché diventa momento e occasione di socializzazione e di condivisione di valori.

Questa è la vera Bruzzano che sa guardare con attenzione chi ha difficoltà e tenta in tutti modi di dare una spinta di rinascita alla zona. BruzzanoPersonalmente mi sto occupando di mettere in sicurezza alcuni marciapiedi, per evitare altri infortuni e, contemporaneamente ho proposto al Municipio 9 di predisporre un piano operativo per eliminare le barriere architettoniche che tanti disagi creano ai disabili. Il mio sogno è di vedere realizzata una viabilità pedonale che sia ristrutturata senza marciapiedi pericolanti e senza barriere architettoniche.

Cordiali saluti

Maurizio La Loggia Consigliere (F.I) Municipio 9

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.