Una grande coperta per il sociale dall’associazione Carlo Poma

Milano

Milano 14 Marzo – Una grande coperta su temi importanti – Dal 17 al 19 marzo allo Spazio Ada Stecca.

Accoglienza, Femminicidio e Ambiente. Questi sono i tre temi scelti per il “pezzo di coperta” realizzato dalle socie del c.s.r.c. (Circolo Socio Ricreativo Culturale) Carlo Poma di via Caio Mario 18  a  Milano.

Lana riciclata, pannolenci, bigiotteria e numeroso materiale di riciclo sono stati usati per comporre, in misura 50 x 50, i sei pezzi di coperta prodotti da Milena, Berta, Marisa, Nicoletta, Maria, Ignazia, Daniela, Claudia, Regina, Margherita, Caterina, Dilva, Piera, Rosa, Katy, Rosella, Antonietta, Angelo e Aurelio, coordinati da Mimmo.

L’opera del Poma fa parte dell’installazione collettiva (una coperta) del progetto “Le Arti Possibili” proposta dall’ Associazione Volontaria Arcobaleno C.S. Onlus quale conclusione ideale delle iniziative dedicate alla Fiber Art.

vedovella di milano in lana“Le Arti Possibili” ha come obiettivo di sostenere sempre di più la pratica artistica come risorsa sociale e personale. Il progetto prende forma con l’organizzazione di eventi d’arte contemporanea e di artigianato artistico e prevede tra l’altro la realizzazione, da parte degli aderenti, di una propria coperta; un’esperienza che contribuisce ad arricchire coloro che vi partecipano.

L’opera delle socie del Poma andrà unita ad altre per essere esposta dal 17 al 19 marzo dalle 10 alle ore 18 presso lo spazio Ada Stecca in via De Castillia ai piedi di piazza Gaia Aulenti zona Garibaldi. L’ingresso alla mostra è gratuito.

Due dei sei quadri sono dedicati al tema relativo alla privatizzazione dell’acqua pubblica e invitano a non sprecarla, due pezzi hanno come tema l’accoglienza degli stranieri e altri due pezzi sono sul femminicidio.
Non solo. Aurelio, socio del Poma, ha creato con cartone di recupero una fontanella tipica di Milano (definita vedovella o draghetto, che si può trovare ovunque nel capoluogo lombardo) che  è stata rivestita tutta in lana e verrà esposta all’ingresso della mostra.

Per informazioni : 0288448465 – csra.carlopoma@gmail.com

Ersinija Galin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.