Rubattino: sotto la tangenziale area occupata da rom con tende e materassi

Milano

Milano 16 Febbraio – L’accampamento rom sotto la Tangenziale Est, in zona Rubattino/Lambrate, si sta ingrandendo andando ad evidenziare la totale sottovalutazione da parte della sinistra nei confronti di queste situazioni da terzo mondo – commenta Silvia Sardone, consigliere comunale di Forza Italia –

In condizioni igienico sanitarie pietose, tra i rifiuti, vivono intere famiglie rom (e non solo), con bambini, nel totale disinteresse delle istituzioni. La situazione è nota a tutti, il comitato di zona denuncia questo scandalo da tempo e recentemente ha documentato l’aumento delle tende e dei materassi, in quello che sembra essere la nascita di un nuovo campo rom abusivo. I rom stazionano indisturbati in quest’area, violando ogni norma, contando sull’incapacità delle istituzioni di attuare interventi seri che non siano totalmente inutili come un blitz una volta l’anno. E’ scandaloso che siano consentiti questi spettacoli, chiediamo al Comune di intervenire seriamente con continui controlli e sgomberi.

Noi residenti abbiamo creato una rete molto attenta a controllo del territorio che riesce a fornire alle competenze elementi inconfutabili che attestano gli abusivismi, gli illeciti, i crimini che vengono perpetrati nei nostri quartieri – commenta Roberta Borsa, responsabile della pagina “Lambrate Informa” che da anni denuncia il degrado in zona – Malgrado le segnalazioni, le denunce, gli esposti, le illustrissime competenze, o per scelta politica, o per incompetenza o per motivi a noi incomprensibili, non intervengono a sanare la situazione e ci hanno portato ad essere diventati uno dei quartieri con maggior degrado e insicurezza di Milano. Riteniamo che chi tollera una condizione d’irregolarità si mette nella posizione di esserne causa.

IN ALLEGATO FOTO DI QUESTI GIORNI FATTE DAL COMITATO LAMBRATE INFORMA

Rubattino rom.
rom Rubattino1
.
rom Rubattino2
.
rom Rubattino3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.