Teatro alla Scala: un febbraio eccezionale

Cultura e spettacolo

Milano 2 Febbraio – L’inizio del 2017 è nel segno di Giuseppe Verdi: dopo il successo del Don Carlo, in scena con un applauditissimo cast fino al 12 febbraio, sarà Falstaff a impegnare Coro e Orchestra della Scala dal 2 al 21 febbraio. L’ultima opera del compositore di Busseto verrà riletta dall’intuito teatrale di Damiano Michieletto che ambienta la commedia shakespeariana nella casa di riposo per musicisti che Verdi volle in Piazza Buonarroti e chiamò “l’opera mia più bella”. Una vena nostalgica esaltata dalla bacchetta di Zubin Mehta, mentre l’estro comico è garantito da Ambrogio Maestri, Sir John. Per il Maestro indiano, questo mese segnerà anche un esordio: la prima volta alla guida del balletto scaligero. Dall’11 febbraio sarà sul podio delle sette rappresentazioni di Serata Stravinskij che unisce l’energia de Le Sacre du Printemps di Glen Tetley con la poesia di Petruška di Michail Fokin.

Grandi opere, grandi balletti e concerti imperdibili: il 5 febbraio l’unica tappa italiana del Tour di Mariss Jansons con la sua Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks. In programma la Sinfonia n. 9 di Mahler per un concerto di eccellenza sinfonica assoluta.

Continua anche il ciclo dei Recital di Canto, il 27 febbraio in compagnia di Krassimira Stoyanova, protagonista del Rosenkavalier e del Don Carlo recenti, voce da soprano lirico tra le più ammirate. Il programma, diviso fra Russia e Italia, spazia fra canzoni di Čajkovskij, Musorgskij, Puccini e Respighi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.