Novate Milanese – Ladro seriale in manette: scoperto dai Carabinieri l’autore dei furti nelle scuole

Cronaca

Milano 30 Gennaio – Giro di vite dei Carabinieri della Stazione di Novate Milanese sui furti ai danni degli istituti scolastici della zona, con l’arresto di un ladro seriale, il deferimento in stato di libertà di un ricettatore e il recupero di varia refurtiva.

A finire nella rete degli uomini dell’Arma è stato un 47enne del luogo, già noto alla Giustizia, bloccato subito dopo un furto nella sede di una cooperativa sociale novatese, dalla quale aveva asportato 30 euro in monete, contenute in un distributore automatico di bevande. I Carabinieri, immediatamente giunti sul posto dopo aver udito suonare l’allarme della struttura, hanno notato un uomo fuggire in un vicino stabile, bloccandolo mentre cercava di entrare nella propria abitazione, situata a breve distanza. All’interno, gli operanti hanno rinvenuto la cassetta portamonete di un distributore automatico di snack, 2 computer portatili, 2 telefoni cellulari e vario materiale informatico, tutto di provenienza furtiva.

I successivi accertamenti hanno consentito di riconoscere l’arrestato quale autore di 7 furti, commessi tra novembre e gennaio, in asili e scuole primarie e secondarie, in un centro comunale per diversamente abili e in uffici municipali, mentre l’analisi del circuito relazionale dell’uomo ha condotto i Carabinieri presso l’abitazione di un 25enne del posto, ove sono stati rinvenuti un computer completo di tastiera, mouse e stampante, 10 tappetini da ginnastica e attrezzi da giardino, nonché elettrodomestici da cucina, quali una bilancia elettronica, un congelatore a pozzetto, un’affettatrice, saponi, detersivi e derrate alimentari, bottino delle “scorribande” nelle scuole dell’infanzia e primarie. Il giovane, deferito in stato di libertà per la ricettazione del suddetto materiale, è stato tratto in arresto poiché, nel corso della perquisizione, oltre alla refurtiva, sono state rinvenute 193 dosi di marijuana, 25gr. di cocaina, materiale per il confezionamento dello stupefacente, nonché la somma di 8.800 euro in contanti, provento dell’attività di spaccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.