Via Govone: professore cerca di uccidere il convivente con forbice e forchetta

Cronaca

Milano 28 Gennaio – Arrestato per tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia il 46enne che, giovedì pomeriggio in un appartamento di via Govone a Milano, ha cercato di uccidere il compagno convivente di 36 anni. L’uomo è un professore di italiano, storia e comunicazione in un istituto scolastico di Monza.

Secondo quanto ricostituito dalla questura, mercoledì l’uomo si è presentato al pronto soccorso del Sacco in stato confusionale. L’ospedale ha chiamato il 112, e la polizia ha scoperto che all’alba e sotto effetto di cocaina il professore avrebbe minacciato di morte il compagno, motivo per cui viene indagato per minacce gravi. A quel punto gli agenti hanno deciso di predisporre l’allontanamento del 46enne dall’abitazione familiare. Il docente è stato dimesso, ma violando il divieto impostogli dalle forze dell’ordine giovedì pomeriggio verso le 16 è tornato a casa, si è sdraiato sullo zerbino e ha aspetto il rientro del convivente.

Quando il 36enne è arrivato in via Govone e lo ha trovato fuori dalla porta, ha deciso di farlo entrare. Subito dopo i due hanno cominciato a litigare, e secondo l’accusa l’insegnante avrebbe tentato di uccidere il compagno con una forchetta, una forbice e una bottiglia. La vittima, raggiunta dalla polizia, è stata portata dal 118 all’ospedale Sacco e se la caverà con una prognosi di 7 giorni. Il professore è stato arrestato. (Il Giorno)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.