Giorno della Memoria a Milano: cortei, mostre, cinema e flash mob

Cultura e spettacolo

Milano 27 Gennaio – Il 27 gennaio, per il giorno della Memoria in ricordo delle vittime della Shoah, nell’anniversario della liberazione dei prigionieri del campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, Milano ricorda le vittime della ferocia nazi-fascista con una lunga serie di appuntamenti ed eventi. La commemorazione ufficiale venerdì 27 si aprirà con la deposizione di corone di fiori di fronte all’ex Albergo Regina, sede della Gestapo milanese durante i rastrellamenti.

Il luogo simbolo della memoria milanese è il Memoriale della Shoah, lungo il Binario 21 della Stazione Centrale dove, tra il 1943 e il 1945, centinaia di persone furono caricate su vagoni merci per essere deportate. Venerdì 27 (dalle 10.00 alle 19.00) e domenica 29 gennaio (dalle 10.00 alle 17.00), il Memoriale aprirà le porte ai cittadini. Da martedì 24 gennaio e fino a giovedì 13 aprile, sempre al Binario 21, nello Spazio Mostre Bernardo Caprotti, è visitabile la mostra “16 ottobre 1943. La razzia”, curata da Marcello Pezzetti e dalla Fondazione Museo della Shoah di Roma. L’esposizione vuole portare all’attenzione del pubblico uno degli episodi più traumatici dell’olocausto in Italia: il rastrellamento degli ebrei di Roma, raccontato attraverso documenti inediti, testimonianze audiovisive, disegni, mappe e fotografie.

In tutta la città gli eventi per il giorno della Memoria partiranno già da giovedì 26 gennaio. Alle 15 l’Arena civica ospiterà la quarta edizione del Trofeo Arpad Weisz di calcio, dedicato all’ungherese di origine ebraica, grande allenatore degli anni Trenta ucciso ad Auschwitz nel 1944. Sempre giovedì 26 in ricordo dell’olocausto degli omosessuali alle 18.00 alla Loggia dei Mercanti si terrà il flashmob Omocaustoorganizzato dal Coordinamento arcobaleno. In serata, alle 20.30, presso la Sala Verdi del Conservatoriodi Milano, ci sarà il concerto di commemorazione “Milano ricorda la Shoah. Tributo a Elie Wiesel”, mentre la Fondazione Feltrinelli ha organizzato una tre giorni di incontri sul tema della Memoria con spettacoli, proiezioni e letture.

Sabato 28 e domenica 29 gennaio il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia proporrà ai suoi visitatori alcune attività speciali per approfondire i temi della mostra, ora in corso e visitabile fino al 19 febbraio “I mondi di Primo Levi. Una strenua chiarezza”, realizzata dal Centro Internazionale di Studi Primo Levi di Torino.

Da domenica 29 gennaio e per tutte le domeniche fino al 26 febbraio compreso, nell’Auditorium del Memoriale sarà proiettato un documentario o film dedicato al tema della Shoah, tra cui, “Concorrenza sleale” di Ettore Scola, con Diego Abatantuono e Sergio Castellitto. Inoltre, saranno trasmessi “Ostaggi delle SS sulle Alpi”, di Christian Frey, e la serie “Nazismo, dal tramonto all’alba”. Sempre domenica 29 gennaio, alle ore 18.15, Liliana Segre porterà la sua testimonianza in un incontro dal titolo “Memoria della deportazione dalla Stazione di Milano”, organizzato da Comunità di Sant’Egidio e Comunità Ebraica di Milano.

Per sabato 28 gennaio, infine, è prevista la manifestazione “Nessuno tocchi la memoria”, un corteo in risposta al gesto di ignoti vandali che il 23 gennaio hanno deturpato con vernice nera la pietra d’inciampo di via Plinio 20, una lapide commemorativa appena dedicata a Dante Coen, deportato e assassinato a Buchenwald. Una catena umana organizzata dall’amministrazione comunale con Anpi e la famiglia Coen partirà da piazza Lima per andare a circondare simbolicamente la targhetta d’ottone.

Simone Gorla (La Stampa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.